Cultura

“Lavoro e prevenzione: l’informazione come valore. La professione giornalistica alla luce delle nuove normative in materia di previdenza”, giornalisti e avvocati a confronto

Al dibattito, al 'Pilla' di Campobasso, il presidente del Consiglio Nazionale dell'Ordine dei Giornalisti, Carlo Verna

GIULIANA IANNETTA

“Lavoro e prevenzione: l’informazione come valore. La professione giornalistica alla luce delle nuove normative in materia di previdenza”, se ne è parlato oggi, martedì 12 marzo 2019, al ‘Pilla’ di Campobasso.

Il dibattito, organizzato dal Consiglio dell’Ordine dei Giornalisti e da quello degli Avvocati, ha avuto lo scopo di fornire una panoramica sull’attuale quadro normativo in materia previdenziale e di tutela del lavoratore in caso di licenziamento.

Dopo i saluti introduttivi del presidente della Regione Molise, Donato Toma, di quello dell’Ordine dei Giornalisti del Molise, Pina Petta, e di Mariano Prencipe per l’Ordine degli Avvocati di Campobasso, ha fornito il proprio contributo il presidente del Consiglio nazionale dell’Ordine dei Giornalisti, Carlo Verna, che ha sottolineato come si stia ormai assistendo ad una crisi strutturale del sistema tradizionale, con l’avvento del web ed una forte crisi della carta stampata, sia in termini di vendite che, di conseguenza, degli spazi pubblicitari.

“La carta stampata – ha sottolineato Verna è in crisi di estinzione e va trattata come un bene culturale. È indispensabile, attraverso tavoli tecnici, fermare il blocco dei finanziamenti per consentire la sopravvivenza dei giornali. L’art. 21 della Costituzione fissa un obbligo attivo dello Stato a supporto di un settore cruciale ed oggi in grande difficoltà. Gli scenari che diedero vita alla legge professionale giornalistica sono completamente cambiati e, mentre la televisione riesce ancora a stare al passo coi tempi, la carta stampata paga il prezzo più grande”.

E a chi fa notare come non si possa trascurare il fatto che il web rappresenti sicuramente il nuovo e principale strumento di informazione e comunicazione, il presidente ha risposto: “Mettiamola così…si possono amare i leoni, ma chiedere che i dinosauri non si estinguano”.

Subito dopo, infatti, anche la professoressa dell’Unimol Maria Novella Bettini, presentando il sito giuslavoristico www.SoluzioniLavoro.it creato dall’Università degli Studi del Molise, ha evidenziato come la creazione di siti web e contenuti telematici in modo professionale e oculato possa rappresentare una fonte di notizie pari e molto più veloce dei metodi tradizionali.

Hanno chiuso il confronto il professor Paolo Pizzuti con un intervento in materia di licenziamento, Micaela Marcaccio, fiduciaria INPGI per il Molise, che ha illustrato i servizi offerti dalla cassa di previdenza dei giornalisti, nonché, in rappresentanza dell’INPS, Elio Rivezzi, Vincenzo Pescolla, Italo Incollingo, Guido Della Ventura e Pasquale Melaragno, che si sono soffermati sugli aspetti previdenziali coinvolgenti il proprio istituto di previdenza e assistenza.

redazione

CBlive

Articoli correlati

Lascia un commento

error: Contenuto protetto !!
Close

Adblock Detected

Please consider supporting us by disabling your ad blocker