Campobasso, venerdì 19 la sala consiliare ospiterà un’estemporanea di pittura per la ‘Giornata Mondiale della Pace’

invitoDomani, venerdì 19 settembre 2014, presso la sala consiliare del Comune di Campobasso, il Comitato  Promotore del Club per l’UNESCO di Campobasso ha organizzato, in accordo con il Comune di Campobasso e il Liceo Classico “G. Manzù”, un’estemporanea di pittura con i ragazzi del liceo per la ‘Giornata Mondiale della Pace’.

La manifestazione prenderà il via alle ore 9,30 con gli interventi sul tema della cultura della pace da parte delle Istituzioni per proseguire alle ore 10 con l’inizio  dell’estemporanea di pittura curata dalla critica d’arte Silvia Valente. Alle ore 13,30 ci sarà la premiazione dei migliori tre disegni con il “sacco della cultura”, un vero e proprio sacco di libri della storia culturale e artistica del Molise donati dalla Palladino Editore e dalla ARES.

Tutti i disegni verranno esposti per una mostra che verrà ospitata all’interno dei palazzi delle istituzioni che hanno partecipato all’iniziativa e successivamente le opere verranno donate a tutti i partner del progetto.

Il Presidente del ‘comitato promotore del Club per l’UNESCO di Campobasso’ a quasi un anno dalla  sua costituzione, sta lavorando per la valorizzazione del territorio e delle sue peculiarità diffondendo i valori dell’UNESCO sul territorio attraverso numerosi progetti sia a livello regionale che nazionale.

La Giornata Mondiale della pace quest’anno coincide con i 100 anni dalla Grande Guerra a 30 anni dopo la  Dichiarazione sul diritto dei popoli alla pace sancito dell’Assemblea Generale (con la risoluzione 39/11 del 12 novembre 1984), e a 25 anni dopo il lancio da parte dell’UNESCO del concetto di ‘Cultura della Pace’.

“Ringrazio il sindaco di Campobasso, Antonio Battista, e l’assessore alla Cultura, Emma De Capoa – le affermazioni di Francesco Ruccolo –,che si sono adoperati per la realizzazione di questa estemporanea di pittura e un sentito grazie anche il Liceo Artistico “G. Manzù” e alla professoressa Rosa Socci che ha immediatamente accolto la nostra richiesta. Il superamento di un momento di  difficoltà economica, sociale e culturale si realizza attraverso l’unione delle forze, ma soprattutto attraverso il dialogo tra gli individui per stabilità dei territori e dei popoli. Il C.P. Club per l’UNESCO di Campobasso simbolicamente per questa giornata cercherà di unire il mondo istituzionale, associativo, religioso ma soprattutto cercherà di rappresentare visivamente attraverso le nuove generazioni l’idea di ‘cultura di pace’ lasciando le opere all’interno delle istituzioni così da essere visivamente vissute quotidianamente”.

Articoli correlati

error: Contenuto protetto !!
Close