Eolico selvaggio, la Fusco Perrella chiede una legge regionale e ‘punzecchia’ Petraroia

Angela Fusco Perrella
Angela Fusco Perrella

Il consigliere regionale del Nuovo Centrodestra, Angiolina Fusco Perrella, chiede “una nuova legge regionale che individui i territori dove è possibile l’installazione degli impianti per la produzione di  energia elettrica da fonte eolica e dove invece non sarebbe il caso”.

L’ex assessore regionale ha, inoltre, fatto sapere come “le delibere 61 e 62, riguardanti il giudizio positivo di compatibilità ambientale riferite al progetto di un impianto eolico con potenza da 57, 5 MW nelle località del Comune di Campomarino e al progetto per la realizzazione di un impianto in località ‘Mauro’ del Comune di Montecilfone, devono essere necessariamente ‘riviste”.

“Si andrebbe– ha rimarcato la rappresentante di minoranza in consiglio regionale – a minare un territorio unico nel suo genere  ma soprattutto si partirebbe con un gap che poi diventerebbe difficile da colmare. Ecco perché bisognerebbe sedersi attorno ad un tavolo, ascoltare esperti del ‘nostro’ territorio e dare il via all’iter per una legge regionale completamente diversa in grado di disciplinare l’eventuale installazione ulteriore.

“Per quel che riguarda la lettera aperta dell’Assessore Petraroia sull’eolico selvaggio – ha poi sottolineato ancora la Fusco Perrella – vorrei ricordare che proprio l’Assessore, in passato, ha utilizzato termini forti per definire l’eolico in Molise. E oggi, cosa accade? Ai cittadini molisani – ha concluso l’esponente del Ncd – la più semplice delle risposte”.

Articoli correlati

error: Contenuto protetto !!
Close