Politica

Antonio Di Pietro a Campobasso: “I cittadini sono arrabbiati perché non c’è stato ricambio tra prima e seconda repubblica”. Nagni: “Evitate il voto incrociato”

dipietro a cb

Visita in Molise per l’ex pm di Mani Pulite, Antonio Di Pietro, che nel pomeriggio di oggi, lunedì 12 maggio, ha incontrato i candidati alla carica di consigliere comunale di Campobasso, in quota Italia dei Valori, oltre all’aspirante primo cittadino, Antonio Battista. Hanno partecipato all’incontro anche il Governatore Paolo Di Laura Frattura, l’assessore regionale Pierpaolo Nagni e i consiglieri regionali Carmelo Parpiglia e Cristiano Di Pietro.

“I cittadini sono arrabbiati – ha affermato Di Pietro – e credo che sia anche normale, perché dalla prima repubblica alla seconda ci sono sempre le stesse facce a rappresentarli nelle istituzioni. E le cose non sono cambiate tra il prima e il dopo. Il politico di Montenero di Bisaccia si è rivolto al premier Matteo Renzi, chiedendogli da ‘fratello maggiore’ di non fare la riforma della Carta Costituzionale con un pregiudicato. Occorre allontanare chi si è macchiato di reati, al fine di impedire di far rientrare in politica coloro che sono stati già condannati. Per dirla in gergo sportivo, occorre un daspo dalla curva sud della politica”.

Non poteva mancare un riferimento su Dell’Utri: “La seconda repubblica è peggio della prima, nel corso della quale avevamo scoperto solo la punta dell’iceberg. Io propongo di espellere dalla politica coloro che hanno rubato o corrotto”.

Di Pietro è voluto intervenire anche in merito alla candidatura alla carica di sindaco a Fossalto di Cornacchione. Il 3 giugno ci sarà l’udienza, riguardo la scuola di Fossalto per la quale è accusato di truffa e abuso d’ufficio. “Perché si è candidato – si è chiesto Di Pietro – se attende di sapere se è colpevole o meno? Moralmente avrebbe dovuto astenersi dalla competizione elettorale, per questo motivo offrirò la mia consulenza e assistenza giuridica a quanti vorranno costituirsi parte civile nel processo”.

La visita di Di Pietro in Molise (in mattinata è stato a Termoli) si è resa necessaria per supportare i candidati sindaci Angelo Sbrocca nel centro adriatico e Antonio Battista nel capoluogo, con quest’ultimo che ha ringraziato Di Pietro per la vicinanza e per l’alleanza politica.

“Appena dopo le primarie – ha ribadito Battista – i primi a chiamarmi per confermare l’appoggio politico sono stati proprio gli esponenti dell’Italia dei Valori. Metto a disposizione, per Campobasso, la mia correttezza per una città martoriata dalla crisi e da una amministrazione inconcludente, durata cinque lunghissimi anni. Solo il centrosinistra potrà risolvere i problemi che attanagliano il capoluogo molisano, perché il centrodestra ha ridotto la politica ad affari”.

L’assessore regionale Pierpaolo Nagni è intervenuto, invece, sulle modalità di voto rivolgendosi ai candidati alla carica di consigliere comunale presenti, affermando: “È importante che facciate votare il sindaco Battista. La vostra campagna elettorale dovrà basarsi sul voto di preferenza e su quello per la coalizione. Dovete impedire gli incroci: è importantissimo per voi candidati e per il futuro della città. Non cascate di fronte a ipotesi strane”.

Articoli correlati

error: Contenuto protetto !!
Close