Politica

D’Alema tira la volata a Battista picchiando duro sui 5 Stelle. “Grillo? Raccoglie un sentimento comprensibile ma non ha risposte” (guarda la fotogallery)

D'Alema_Battista

FABIANA ABBAZIA

“Abbiamo le carte in regola per promuovere una classe dirigente forte, credibile e in grado di farsi rispettare dalla vita politica nazionale. Ecco perché sono molto fiducioso sia per i risultati delle elezioni amministrative che per quelli delle regionali”. Esordisce con queste parole l’ex Presidente del Consiglio dei Ministri, Massimo D’Alema, approdato a Campobasso per tirare la volata al candidato primo cittadino del centrosinistra, Antonio Battista.

Arrivato nella sede del Partito Democratico di via Ferrari, dopo aver presentato nell’aula magna dell’Università il suo libro “Non solo euro”, parla dell’Europa che “si vuole costruire promuovendo il lavoro, i diritti sociali e la crescita economica”.

Ma la dura stoccata arriva puntuale nei confronti di Beppe Grillo e del Movimento 5 Stelle che “nonostante raccolga un sentimento comprensibile è capace di proiettarlo verso il nulla. Grillo non ha le risposte”,  sostiene serafico D’Alema che si anima, poi, pensando alla proposta di uscire dall’euro. “Sarebbe catastrofico – ipotizza – perché significherebbe dimezzare il valore dei risparmi degli italiani. Fino a quando rappresenterà uno stimolo – prosegue – Grillo può anche essere utile per il Paese, ma se dovesse vincere credo che per l’Italia sarebbe davvero un disastro incalcolabile”.

Dello stesso parere anche Pina Picerno, candidata capolista alle europee nella circoscrizione Italia Meridionale, intervenuta durante l’incontro con l’ex Presidente del Consiglio.  “Così come nel resto del paese – chiosa la Picerno – anche in Molise i pentastellati non hanno argomenti e puntano tutto sulla rabbia”. “Ma – interviene a questo punto D’Alema – nel paese così come in Europa non serve a nulla battere i pugni”.

L’Ex numero uno di Palazzo Chigi non ci sta soprattutto sui numeri. “Si parla – dice incredulo – di un Movimento 5 Stelle che ha raggiunto il 23 per cento, ma bisogna ricordare che questa era la stessa percentuale raggiunta dal Pd alle scorse politiche. La differenza è che il nostro partito, secondo i sondaggi, ora ha raggiunto il 34 per cento. E’ questa la vera novità, così come lo è la popolarità dell’attuale Presidente del Consiglio. Quando sono stato in Francia per presentare il mio libro – sottolinea ancora D’Alema – mi hanno chiesto notizie su Matteo Renzi, non certo su Grillo. Allora mi chiedo perché in Italia se ne parla così tanto?”.

A questo punto l’ex numero uno di Palazzo Chigi non manca nemmeno una stoccata nei confronti della stampa che “enfatizza le azioni dei pentastellati, rispetto a quello che è il vero e attuale successo del Pd”.

Tornando in “casa propria”, D’Alema parla, inoltre, di un centrosinistra attuale con sole due anime, un grande Partito Democratico pluralista, frutto dell’incontro tra storie e tradizioni differenti che attualmente governa l’Italia e, la confederazione di Sinistra Ecologia e Libertà.

L’ex Presidente preferisce, invece, non rilasciare dichiarazioni sulla delicata vicenda giudiziaria relativa all’Expo 2015. “Non commento mai avvenimenti in cui la giustizia deve ancora fare il suo corso. Posso solo dire come l’attuale Governo abbia reagito bene, pensando a una task force presieduta da Cantone (Presidente Autorità Anticorruzione ndr), un magistrato di grande valore che garantirà trasparenza e che certamente eviterà eventuali ritardi per un evento importantissimo per il paese”.

Dopo aver lasciato la parola agli ospiti, il padrone di casa, Battista  coglie l’occasione per ricordare le numerose “tappe” delle primarie che lo hanno portato a essere oggi il candidato sindaco al Comune di Campobasso per il centrosinistra.

“Avere ben undici liste – ha detto Battista – mi riempie d’orgoglio e in un momento di antipolitica, ribadisco come la mia squadra è pronta per assumersi la responsabilità di governare questa città”.

Tra sorrisi e strette di mano, la delegazione del Pd, alla quale hanno preso parte il candidato sindaco al Comune di Termoli, Angelo Sbrocca, il segretario regionale del partito, Micaela Fanelli e il Governatore Frattura, il parlamentare Danilo Leva e il senatore Ruta, ha raggiunto piazza Municipio per inaugurare la stagione dei comizi con i big nazionali.

La fotogallery del conferenza stampa e del comizio dell’ex premier Massimo D’Alema negli scatti di Fabio Del Balso

Articoli correlati

error: Contenuto protetto !!
Close