Giro d’Italia 2015, sopralluogo dello staff organizzativo a San Massimo e Campitello Matese

foto comunicato stampa Giro d'ItaliaTornerà sabato 16 maggio 2015, a distanza di tredici anni,il Giro d’Italia a San Massimo.

Dal 9 al 31 maggio 2015 si terrà,difatti, la 98^ edizione della ‘corsa rosa’ e una delle tappe più importanti sarà la ‘Fiuggi- Campitello Matese’: un percorso di 188 chilometri, che toccherà prima la provincia pentra, per poi giungere e terminare in quella campobassana, a Campitello Matese.

Domenica ad accogliere lo staff organizzativo del Giro D’Italia, recatosi in Molise per il consueto sopralluogo tecnico e per definire i particolari della tappa, c’era in primis il sindaco di San Massimo, Fulvio Manfredi Selvaggi. Il primo cittadino che fa parte del comitato tappa, era insieme al coordinatore Paolo Di Donato, al presidente della Provincia di Campobasso, Rosario De Matteis, al consigliere regionale, con delega allo sport, Carmelo Parpiglia e a Guido Cavaliere, presidente del Coni Molise.

Fulvio Manfredi Selvaggi non ha nascosto il proprio impegno e assicurato la massima collaborazione per far sì che possa viversi a San Massimo una giornata storica per i suoi concittadini e,per i tantissimi molisani e non, che si recheranno per la tappa del Giro d’Italia.

“Un forte ringraziamento – ha sottolineato Fulvio Manfredi Selvaggivoglio farlo all’ex assessore regionale, nonché mio concittadino Salvatore Muccilli”.

A essere stati delegati all’8^ tappa del Giro d’Italia, il responsabile della polizia locale, Franco Sacco, oltre a Michele D’Amico, Giovanni Gentile che si occuperà della partenza, il consigliere regionale Carmelo Parpiglia che si occuperà,invece,dell’arrivo, il consigliere comunale isernino Andrea Galasso per l’Open Village, Salvatore Muccilli al Quartier Tappa, l’organizzatrice d’eventi di Cassino, Barbara Borrelli, al marketing e Massimiliano Venditti, come referente stampa.

Il vicesindaco di San Massimo, Alfonso Leggieri, non dimentica il Giro d’Italia del 2002, che transitò nel centro matesino “perché – ha rimarcato – la sua peculiarità stava nell’essere il primo giro Euro Italia”.

Una grande accoglienza è stata quella ricevuta dallo staff organizzativo del Giro d’Italia, che ha potuto ammirare il tessuto urbano di San Massimo, dove transiterà la corsa ciclistica, per poi concludersi nelle bellezze di Campitello Matese. Tante e diverse saranno le novità che accompagneranno l’ottava tappa del Giro D’Italia il 16 maggio 2015, una vetrina fondamentale per il Molise con Regione, Provincia e Comuni pronti a lavorare insieme per farsi trovare pronti.

Articoli correlati

error: Contenuto protetto !!
Close