L’11 e il 12 agosto in Piazza Cattedrale il Trivento Music Festival

pro loco terventumL’11 e il 12 agosto in Piazza Cattedrale a Trivento si terrà la prima edizione del “Trivento Music Festival” promosso dalla Pro Loco Terventum. Il festival nasce con l’idea di dedicarlo ogni anno ad un genere musicale diverso, quest’anno si inizia con la musica Funky, di qui il sottotitolo” Funky-Time!”.

Il programma del festival è il seguente:

L’11 agosto, con partenza in Piazza Fontana, ci sarà l’apertura del festival con la Lestofunky Street Band, alle ore 22 in Piazza Cattedrale ci sarà il concerto di Daniele Cordisco Hammond Trio special guest Elisabetta Antonini, mentre a seguire alle ore 23:30 ci sarà il concerto della Lestofunky Street Band. Il giorno successivo, il 12 Agosto, alle ore 22:00 ci sarà il concerto della MotherFunky orchestra, mentre alle ore  23,30 si esibiranno i Funkallisto.

Di livello il cast artistico del festival. Si esibiranno, infatti, Daniele Cordisco con il suo Hammond Trio con Elisabetta Antonini come special guest, i Funkallisto, la Motherfunky Orchestra e i Lestofunky Street Band.

Daniele Cordisco, originario di Montefalcone nel Sannio, nonostante i suoi soli 26 anni, vanta già un curriculum da professionista, infatti ha avuto l’opportunità di condividere il palcoscenico con alcuni dei musicisti/artisti più importanti della scena musicale italiana e non solo, tra cui Jeff Young (organista di Sting), Fabrizio Bosso, Gregory Hutchinson, Danilo Rea, Stefano Di Battista, Julian Oliver Mazzariello,… Da qualche tempo si esibisce stabilmente con Renzo Arbore e i suoi Swing Maniacs con i quali ha registrato la sigla del programma televisivo “Oggi Qui.. Domani Là'” andato in onda su RAI5.

Tra gli importanti riconoscimenti che gli sono stati assegnati ricordiamo: la borsa di studio per il “Berklee College of Music di Boston”, il 1° premio al concorso “Chicco Bettinardi” (Piacenza 2011, conseguito con Daniele Basirico e Giovanni Campanella), il 1° premio al concorso internazionale “Giovani Talenti Di Chitarra Jazz” (Torino 2007), il premio “Miglior Chitarrista” al “Tuscia Jazz Contest”, il 1° Premio al concorso “Il Genio Di Eddie Lang” di Isernia (la commissione era presieduta da Jim Hall) e il 1° Premio al “Premio Internazionale Massimo Urbani” conseguito a Camerino nel Giugno 2013.

Elisabetta Antonini, cantante, arrangiatrice e compositrice, studia vocalità jazz e approfondisce lo stile e il linguaggio jazzistico negli Stati Uniti e in Italia con le figure di maggior spicco internazionale. Premiata dalla critica nel referendum annuale indetto dalla rivista Musica Jazz, vince il Top Jazz 2014 come Miglior Nuovo Talento e si posizione al quarto posto come Miglior Album Dell’Anno.

Prima artista italiana a firmare con la prestigiosa etichetta inglese Candid, prodotta dallo storico discografico Alan Bates, intraprende un’intensa attività concertistica che la porta a collaborare con nomi come Paul McCandless, Kenny Wheeler, Paolo Damiani, Vassilis Tsabropoulos, Javier Girotto, Paolo Fresu.

Esibitasi in più occasioni all’estero (Grecia, Portogallo, Israele, Brasile) e in prestigiosi jazz club e teatri italiani, ha preso parte a rassegne e festival di rilievo, tra cui Umbria Jazz, Villa Celimontana Jazz Festival, Tel Aviv Jazz Festival, Rio Harp Festival a Rio de Janeiro.

I Funkallisto sono una band attiva da dieci anni nella scena musicale underground italiana. La loro sound è una miscela di funk, afro beat e latin jazz che agita anime e gambe.

Grazie alla loro sound unico ed internazionale vengono subito chiamati a varcare i confini italiani. Dai vicoli Trasteverini portano in tour per Svizzera, Francia, Spagna, Scozia, Rep.Ceca, Germania, Inghilterra, Egitto e Cina.

Nel corso della loro attività vantano molte collaborazioni con artisti italiani e esteri tra cui Chelsea Como, LiL Gizelle, Randy Roberts, Luca Sapio, Adriano Bono, Daouda Mbow, Jimy Gemelli, Cor Veleno, Collederfomento, Margoo, Pink Puffers.

La MotherFunky orchestra è un gruppo musicale formato da strumenti a fiato e batteria e propone un repertorio di musica anni 70-80 senza tralasciare la nostra musica, quella italiana.

La brillantezza degli ottoni si combina con il calore dei sassofoni e questo rende il sound dell’orchestra piacevole, ma tagliente.

Infine, i Lestofunky sono un gruppo di malfattori musicali che girano paesi e città a ritmo di musica Funky, una street band che coinvolge il pubblico suonando musica anni 70-80 in modo itinerante.

 

Articoli Correlati

Lascia un commento

Back to top button

error: Contenuto protetto !!
Close