La Termoli Jet, un barcone arenato nel porto di Termoli, spreco di soldi pubblici

Piuttosto che tenerla posteggiata lì nel porto, come succede da anni, la Termoli Jetil barcone che un tempo serviva per i collegamenti tra la città adriatica e le Isole Tremiti – potrebbe diventare un’attrattiva turistica se affondata ad un paio di metri dal porto, così com’è accaduto per la Concordia. A lanciare la provocazione è il consigliere Filippo Monaco il quale scrive in tono amaramente satirico a Veneziale e Scarabeo con l’intento di sollecitarli nel prendere una decisione sensata su un barcone fantasma che sta sprecando solo denaro pubblico. Infatti la Termoli Jet è ferma, in disuso ma con costi di mantenimento evidentemente esosi che pesano sulle casse pubbliche: ben 8milioni di euro. Inoltre lo stallo politico è evidente visto che dal bando d’asta del 2011 non è stato fatto nulla per questo barcone parcheggiato nel porto. “Ho chiesto al Presidente di Finmolise Carlo Veneziale e all’assessore alle partecipate tutti gli atti relativi a cosa è stato fatto in questi anni, dal momento che la Regione Molise decise di mettere all’asta il barcone bianco e blu, fino ad oggi. Possibile che sia stato totalmente abbandonato a se stesso? E la manutenzione chi la paga? E il parcheggio, c’è qualcuno che inserisce giornalmente la monetina nel parchimetro?!? E a quale portafoglio si attinge e si è attinto in questi anni? Basta temporeggiare, basta spendere soldi dei contribuenti molisani” queste le domande del consigliere Monaco a metà tra la provocazione e la consapevolezza.

Articoli correlati

error: Contenuto protetto !!
Close