‘L’emigrazione attraverso gli scatti di Lefra’, all’ex Gil la mostra fotografica di Leonardo Tartaglia

Un momento della conferenza stampa di presentazione della mostra
Un momento della conferenza stampa di presentazione della mostra

La mostra “L’emigrazione attraverso gli scatti di Lefra”, negli spazi espositivi della Fondazione Molise Cultura, ha ricevuto un riscontro estremamente positivo tra coloro che hanno presenziato all’evento.

In particolar modo si è registrata una notevole curiosità da parte delle persone nel rivedere le fotografie scattate dal fotoreporter durante la sua instancabile attività.

Durante la conferenza di presentazione dell’Archivio Lefra Estero – Catalogo Emigrazione della Regione Molise, numerosi sono stati i momenti di condivisione intercorsi, allietati da molteplici interventi e spunti di riflessione circa la figura di Leonardo Tartaglia (LEFRA) e l’emigrazione sia estera che regionale.

Ciascuno ha ripercosso tra foto ed antiche testimonianze storiche ricordi appartenuti ad un passato intriso di problematicità attuali.

Forte anche l’interesse da parte delle scuole e, dunque, delle nuove generazioni rispetto la trattazione di questa tanto importante quanto sentita tematica in termini di risonanza e di impatto sociale.

Il programma della mostra prevede uno stimolante evento culturale per la giornata del 12 Maggio con il contributo del pianista molisano Vittorino Tartaglia.

Artista di calibro nazionale, ha ottenuto numerosi riconoscimenti, quali il primo premio e il trofeo “Beniamino Gigli” alla XXXIII rassegna internazionale giovani pianisti Recanati e il primo premio e il trofeo “L. Rossi” al primo concorso nazionale giovani esecutori Torremaggiore.

Il concerto, il cui inizio è previsto  alle ore 19 all’auditorium della Fondazione Molise Cultura, si articolerà in una performance estremamente accattivante per l’uditore.

Verranno, infatti, ripercorsi celebri brani del repertorio classico intervallati da un repertorio appartenente, invece, alla modernità.

Si passerà così dalle più celebri opere di Mozart e Chopin a quelle dei Pink Floyd e Santana.

L’intento sotteso è quello di mantenere, anche in tal caso, una continuità tra presente e passato e quello di intrecciare una tradizione ricca di preziose testimonianze con l’innovazione data dalle nuove forme di creatività.

In vista di tale evento l’orario della spazio espositivo sarà prolungato, per cui  il 12 maggio la mostra osserverà l’orario d’ingresso pomeridiano: dalle ore 17 alle ore 21 (Palazzo GIL, Fondazione Molise Cultura – Ingresso: Via Gorizia).

Mostra e concerto gratuiti.  

Concerto: 12 maggio ore 19 “Il pianoforte classico e moderno” del pianista Vittorino Tartaglia.

Auditorium Fondazione Molise Cultura

Ingresso Via Milano.

 

Mostra: “L’emigrazione attraverso gli scatti di Lefra” dal 8 – 23 maggio 2017. Palazzo GIL Fondazione Molise Cultura.

Lun – Ven: 10 – 13/ 17.00-20. Sabato 10 – 13:  Ingresso gratuito

redazione

CBlive

Articoli correlati

error: Contenuto protetto !!
Close