Serie D, capitan Panico risponde a Miani. Isernia e Recanatese chiudono sul pareggio

Un momento del post-partita
Un momento del post-partita

ISERNIA – RECANATESE 1-1

ISERNIA: Maggi; Mancino (76’ Cirillo), Ruggieri, Pepe, Santoro; Saltarin (53’ Mascolo), Simonetti, Manzo (74’ Mingione), Fontana; Scimò, Panico. A disp. Del Rossi, Capezzuto, Sabatino, Cantoro, Rega. All. De Bellis.

RECANATESE: Verdicchio; Gleboki, Falco, Patrizi, Shongo; Mariani (84′ Rapaccini), Cianni, Gallo, Garcia (58’ Brugiapaglia); Latini, Miani (76’ Agostinelli). A disp. Cartechini, Nonni, Guzzini, Monachesi, Pasquini, Candidi. All. Magrini.

RETI: 17’ Miani (rig.), 49’ Panico.

AMMONITI: Mancino, Panico, Brugiapaglia.

ARBITRO: Gabriele Nube di Mestre (Caputo di Caserta-Di Lauro di Frattamaggiore)

DANIELE PETRECCA

Termina con un pareggio il match disputato tra la formazione guidata da mister De Bellis e quella del tecnico Magrini a conclusione di un incontro particolarmente difficile a causa delle pessime condizioni del rettangolo di gioco, reso viscido dalla pioggia caduta nelle ultime ore.

I padroni di casa si affidano al 4-2-3-1 con Maggi tra i pali, il neo acquisto Mancino e Santoro sul lato in difesa, Pepe e Ruggieri centrali, nella zona nevralgica del campo Simonetti e Manzo, il trio Saltarin, Fontana e Scimò alle spalle di Panico. Gli ospiti, invece, rispondono con un 4-4-2, consegnando le chiavi dell’attacco a Miani e Latini.

La prima frazione di gioco è abbastanza combattuta. I due schieramenti scendono in campo molto concentrati e determinati a portare a casa i tre punti in palio.

Al 13’ il team ospite avanza pericolosamente nella metà campo avversaria per merito di Garcia che supera i suoi diretti avversari e serve Miani. L’attaccante prova a regalare ai compagni il gol del vantaggio ma  la difesa biancoceleste blocca l’incursione e salva il risultato.

Il calcio di rigore trasformato da Miani
Il calcio di rigore trasformato da Miani

Dopo soli quattro giri di lancette, comunque, la Recanatese passa in vantaggio grazie a un penalty. Pepe, infatti, atterra Latini e per il direttore di gara non ci sono dubbi: è calcio di rigore. Dal dischetto si presenta Miani che non fallisce e porta il risultato sull’1-0. Successivamente, la formazione ospite guadagna diverse ghiotte ma vane occasioni per aumentare le distanze. Al 19’, infatti, Miani, ancora protagonista del match, con un preciso diagonale, non centra lo specchio mentre alla mezz’ora Patrizi, su punizione, manda il pallone alto sulla traversa.

Qualche minuto più tardi, a tentare il raddoppio è Ruggieri che, sugli sviluppi di un corner, con un colpo di testa, mira la rete ma non riesce ad insaccare la sfera.

A questo punto, i locali cercano di riprendere in mano le redini del gioco e riaprire l’incontro. Al 32’, dunque, Panico, su punizione, tira il pallone verso lo specchio ma il bravo Verdicchio non si fa trovare impreparato e lo blocca feramente. Subito dopo, Saltarin, sulla destra, ben servito da Scimò, tenta la rovesciata ma la conclusione sorvola la traversa.

Segue, immediato, il tentativo di Ruggieri che, su punizione, tenta il gol. La sfera, tuttavia, rimbalza sui guantoni di Verdicchio, che salva la porta. Al 38’, l’estremo difensore ospite diventa nuovamente protagonista della gara bloccando un lancio lungo di Ruggieri e garantendo, ancora una volta, il vantaggio della Recanatese.

Negli ultimi minuti di gioco, la Recanatese avanza nuovamente nella metà campo locale e sfiora il vantaggio per ben due volte per merito di Latini. Allo scadere, risponde l’Isernia con Scimò che prova a sfruttare una ribattuta ma cede di fronte a Verdicchio.

Nella ripresa, il team di mister De Bellis scende in campo molto più aggressivo e determinato a recuperare. Al 47’, quindi, Ruggieri, sugli sviluppi di un corner, tira il pallone dritto verso lo specchio ma il tiro è troppo centrale e Verdicchio respinge. Due minuti dopo, inoltre, Panico devia un cross dalla destra e sigla la rete del pareggio.

Al 59’ i padroni di casa avanzano di nuovo con Manzo che, da distanza siderale, tenta il raddoppio. Verdicchio, comunque, dopo qualche esitazione, riesce a bloccare la sfera.

Successivamente, lo schieramento del tecnico Magrini ricomincia a essere pericoloso e tenta di primeggiare prima con  Mariani che lascia partire un bolide dalla distanza deviato in corner da Maggi e, poi, grazie a Marianina che approfitta di un’amnesia difensiva e serve Latini che conclude in scivolata. Il pallone, tuttavia, rotola fuori dal terreno di gioco.

Allo scadere dei tempi regolamentari, Ruggieri, su punizione, impegna Verdicchio che di pugno respinge e salva il risultato. Nei minuti di recupero, Simonetti e Panico cercano di siglare la rete del successo ma non ci riescono.

Il direttore di gara, dunque, decreta la fine delle ostilità e per l’Isernia è un punto che consente di restare nelle parti nobili della classifica, ma soprattutto un ulteriore tassello verso la salvezza, l’obiettivo stagionale.

redazione

CBlive

Articoli correlati

error: Contenuto protetto !!
Close