Successo a Campobasso per la Settimana Europea della Riduzione dei Rifiuti. La soddisfazione di Ramundo

ramundo
Il consigliere comunale Stefano Ramundo

La ricetta messa a punto dal Comune di Campobasso per la Settimana Europea per la Riduzione dei Rifiuti ha centrato l’obiettivo. Pochi ingredienti, ma giusti gli ingredienti che ne hanno decretato il successo: informazione, sperimentazione e partecipazione.
“Come preannunciato – racconta il consigliere delegato alla differenziata, Stefano Ramundo – il programma proposto dalla nostra amministrazione ha abbracciato il tessuto sociale della città, dai giovanissimi scolari alle fasce più deboli; dagli enti pubblici alle associazioni ambientaliste; dai grandi imprenditori ai cittadini, che quotidianamente scelgono i loro prodotti alimentari”.

“Oggi – ha proseguito l’esponente di Palazzo San Giorgio – raccogliamo soddisfatti i numeri che l’azione ha conquistato: oltre 40 pasti caldi serviti sabato scorso presso la Mensa degli Angeli dalla Caritas, guidata da don Franco D’Onofrio, in collaborazione con alcuni supermercati del territorio che hanno donato il cibo in prossimità di scadenza; sold out con circa 80 iscritti ai corsi di cucina, organizzati dal pastificio ‘La Molisana’ e diretti dallo chef Nicola Vizzarri, proprio sul tema del riuso in cucina, e ancora oltre 800 Good Food Bag sono state distribuite da Legambiente ai campobassani per conservare al meglio gli alimenti non consumati, quando si mangia fuori casa. 600 sono stati poi gli studenti delle scuole primarie che hanno preso parte alla campagna di sensibilizzazione sulla riduzione dei rifiuti, in compagnia di un supereroe d’eccellenza Capitan Eco”.

“Tuttavia – ha precisanto Ramundo – il successo più importante, nonché monito della strada da intraprendere per l’immediato futuro è la profonda sensibilità che la città ha mostrato verso la problematica del rifiuto, dalla sua produzione al relativo smaltimento: una strategia in tal senso vincente non può in alcun modo prescindere dalla partecipazione di tutti noi. Mi sento per questo di ringraziare calorosamente tutti i partner, che hanno reso l’adesione alla Serr, la prima per l’intera regione, un vero successo: Caritas, Fare Verde, Legambiente, La Molisana, ma anche Isde, Meno Rifiuti e Slow Food che hanno partecipato con alcuni loro rappresentanti al convegno ‘Mettiamo a dieta il cassonetto’, organizzato da Fare Verde. Grazie, poi – ha concluso il rappresentante della maggioranza – anche a tutti gli istituti scolastici che hanno aderito all’invito dell’amministrazione e alla Sea che ci ha coadiuvati e affiancati dall’organizzazione alla realizzazione delle importanti iniziative”.

Articoli correlati

error: Contenuto protetto !!
Close