Termoli, Marinucci: “Rifarei tutto allo stesso modo. Grazie a chi ha creduto in me”

Paolo Marinucci
Paolo Marinucci

“Quasi quattromila termolesi hanno inteso dare fiducia a noi ed al nostro progetto e per questo non possiamo che essere felici”: così Paolo Marinucci, sul podio con medaglia di bronzo nella competizione elettorale di Termoli, che ha ringrazia i suoi elettori dopo il bel risultato ottenuto.

“Non posso non ritenermi soddisfatto – continua il candidato sindaco –  ma ammetto un leggero dispiacere per non essermi affermato come avversario nel ballottaggio dell’8 giugno. Ci credevo, ci ho creduto e resto fermo della mia idea. Il mio è un risultato che nulla ha a che vedere con simboli e giochi di partito, lontano dalle poltrone e dagli inciuci di palazzo. È il risultato di chi come me, e i candidati delle mie liste, hanno sperato in un futuro nuovo per la nostra Termoli. La distanza che mi separa dai miei avversari è sicuramente poca e, forse, di più poteva essere fatto, ma accetto il risultato senza pentirmi di nulla. Porterò le mie idee nel nuovo Consiglio Comunale e il mio impegno sarà quello di vigilare su tutti gli atti e le azioni amministrative del governo comunale che verrà. Non solo opposizione ma soprattutto proposizione. La mia sarà una voce della minoranza che intenderà promuovere, proporre e portare iniziative per tornare a far risplendere Termoli, per ridare quella speranza che quasi quattromila elettori hanno inteso premiare barrando il mio nome”.

“Continuerò nella mia iniziativa e nel mio progetto, certo che una fattiva collaborazione possa finalmente ridare slancio e splendore a Termoli. Inoltre si potrà ripartire da questo ottimo risultato per costruire insieme a chi lo vorrà un nuovo modello di politica, per una gestione della cosa pubblica fuori dai clientelismi e vicina alla gente. Ringrazio ancora una volta quanti hanno creduto in me e a loro dico: non perdete la speranza, mai. Insieme ci riprenderemo il futuro”.

Articoli correlati

error: Contenuto protetto !!
Close