Fondazione Italiana Sommelier

A Campobasso da ‘Bibenda’ la Fondazione Italiana Sommelier dà il via al corso per sommelier dell’olio extravergine di oliva. Il 14 novembre evento anche per i più piccoli

La Fondazione Italiana Sommelier presenta un ricco programma di attività e incontri dedicati all’Olio extravergine di Oliva e alle olive da tavola.

Attività dedicate sia agli esperti sommelier dell’olio, ma anche a chi si avvicina per la prima volta a questo splendido e importante alimento.

Un’occasione unica per imparare ad apprezzare l’olio e capirne pregi e difetti.

Perché riconoscere un olio di qualità non è solo un problema di “palato”, ma anche di salute.

Il 14 novembre prossimo presso Bibenda Galleria del Vino a Campobasso, Fondazione Italiana Sommelier, dedicherà una intera giornata alla conoscenza dell’Olio Extra vergine di Oliva.

Si inizierà alle 16 con i più piccoli con “L’Olio per i bambini”.

I bambini sono i degustatori più bravi: approcciano il prodotto senza pregiudizi e vivono l’assaggio con istintività, dando voce a tutte le sensazioni gusto-olfattive che provano.

Per questo vogliamo dedicare a loro una degustazione eccezionale, in cui impareranno ad assaggiare l’olio extravergine d’oliva, a riconoscerne i sentori e a capire se si tratta o meno di un prodotto di qualità.

La docente nazionale Dora Formato e i Sommelier dell’olio, guideranno la degustazione, in cui verranno fatti assaggiare 3 oli extravergine di qualità.

La lezione verrà organizzata come un gioco, mettendo a disposizione dei bambini alcuni riconoscimenti olfattivi riconducibili all’olio (carciofi, ravanelli, mandorle, rucola, pomodori) – e le olive da tavola denocciolate, per scoprire l’intero processo di lavorazione dell’olio.

La serata invece sarà dedicata ai più grandi.

Alle ore 20 inizierà il Corso di Sommelier dell’olio extravergine di oliva e la prima lezione è gratuita ed aperta a tutti.

Il programma del Corso prevede 15 lezioni al termine delle quali si acquisisce la qualifica di Sommelier dell’Olio. L’obiettivo del programma di studio è quello di insegnare la tecnica della degustazione, quindi, l’analisi sensoriale dell’olio, attraverso un sistema esclusivo ed estremamente efficace. Ma non ci si ferma qui, infatti l’analisi sensoriale è finalizzata all’abbinamento cibo – olio. Sarà infatti prevista una cena tecnica di fine corso con un intero menu da abbinare correttamente agli oli in carta.

L’apprendimento della critica all’olio e la sua valutazione sensoriale sono oggetto di apposite lezioni dedicate all’approfondimento e alla degustazione di varietà nazionali. Oltre 70 gli oli in degustazione.

Per informazioni contattare il numero 3206986267 o info@fondazionesommeliermolise.it.

redazione

CBlive

Articoli correlati

error: Contenuto protetto !!
Close