Sport

‘Il Diavolo dei Misteri gioca a bocce’, a Campobasso scendono in campo Italia, San Marino, Svizzera e Turchia

Il presidente della Federbocce Molise, Angelo Spina, qui con il presidente federale Marco Giunio De Sanctis

La macchina organizzativa è al lavoro da tempo. La Federazione Italiana Bocce e il Comitato Regionale Molise sono all’opera per l’organizzazione di una due giorni internazionale, che coinciderà con l’uscita straordinaria dei Misteri in occasione dei trecento anni dalla nascita di Paolo Saverio Di Zinno, il padre degli Ingegni che fanno bella mostra di sé nel giorno di Corpus Domini tra le vie di Campobasso.

‘Il Diavolo dei Misteri gioca a bocce’ è la denominazione del quadrangolare internazionale, che sabato 1° dicembre al Centro Tecnico Regionale del Molise, Bocciodromo Comunale di Campobasso, vedrà in campo le nazionali dell’Italia, di San Marino, della Svizzera e della Turchia.

Gli azzurri, che arriveranno nel capoluogo molisano già giovedì 29 novembre per uno stage, saranno guidati dal commissario tecnico Giuseppe Pallucca, il quale da atleta ha conquistato tre titoli italiani, due europei con la nazionale italiana nel 1998 a Spalato (Croazia) e nel 2000 a Spoleto e uno iridato per club con la Mediolanum di Milano nel 2001 a Cagliari.

 “Sarà un quadrangolare dalla formula tecnica innovativa – il commento del presidente della Federbocce, Marco Giunio De Sanctisgrazie all’inserimento nel programma di un doppio misto (uomo e donna, ndr), specialità che vuole rispondere all’attenzione e alla simpatia che il CIO sta accordando alle gare che vedono competere insieme uomini e donne. Un’ulteriore azione questa della Federazione Italiana Bocce, sempre in prima linea per il raggiungimento del traguardo delle bocce olimpiche di Parigi 2024. L’incontro sarà preceduto da uno stage della nazionale italiana e seguito da una gara individuale internazionale, dando così vita ad una due giorni sportiva declinata nel nome di un elevato spettacolo tecnico agonistico cui saranno abbinati momenti di cultura ed arte grazie alle celebrazioni del tricentenario della nascita di uno dei figli più illustri di Campobasso, l’artista Paolo Saverio Di Zinno”.

“Grazie allo sport delle bocce – ha affermato il presidente della FIB Molise, Angelo Spinafaremo conoscere il Molise, la città di Campobasso e i Misteri ad atleti e dirigenti che arriveranno da tutta Italia, da San Marino, dalla Svizzera e dalla Turchia. Un modo per regalare al capoluogo regionale e al Molise più in generale un evento sportivo di caratura internazionale, promuovendo, al contempo, la ventesima regione d’Italia e gli Ingegni di Paolo Saverio Di Zinno, per i quali si sta lavorando per ergerli a patrimonio dell’Unesco”.

La presentazione ci sarà alle ore 18 di venerdì 30 novembre, quando le quattro nazionali sfileranno su Corso Vittorio Emanuele, accompagnate dalla Polifonica Monforte, storico gruppo folcloristico del capoluogo molisano, prima di approdare nella Sala consiliare del Municipio di Campobasso, dove il direttore di gara turco, Ali Alli, effettuerà il sorteggio degli incontri.

Sabato 1° dicembre 2018, al Centro Tecnico Regionale di via Insorti d’Ungheria, alle ore 9 si disputeranno le semifinali, mentre dalle ore 15 sono in programma le finali.

A Campobasso, a Palazzo San Giorgio, per l’occasione si terrà anche il Consiglio Federale della Federazione Italiana Bocce: un unicum per il Molise, che sarà per due giorni l’ombelico delle bocce italiane e mondiali.

La due giorni internazionale proseguirà con il Trofeo ‘Città di Campobasso’, Individuale Internazionale, che vedrà, domenica 2 dicembre, ai nastri di partenza 64 atleti di categoria A1 e A. In Molise, nei gironi eliminatori, e alle finali al Bocciodromo Comunale di Campobasso ci sarà il gotha delle bocce italiane ed europee. Sarà, dunque, un fine settimana da non perdere per tutto il movimento sportivo molisano.

redazione

CBlive

Articoli correlati

error: Contenuto protetto !!
Close