Sport

Un sogno chiamato Eccellenza: il Baranello in Promozione è l’unica molisana a contrastare lo strapotere delle squadre campane

La squadra del presidente Mario Di Chiro aspetta i playout di serie D. Se l'Agnonese è salva, per il team del player-manager Emanuele Di Chiro si apriranno le porte del massimo torneo regionale

Il Baranello, col 7-0 contro la Cliternina, vede il sogno dell’Eccellenza sempre più vicino. 63 i punti in classifica e, ora, le attenzioni rivolte ai playout di serie D, in cui è impegnata l’Olympia Agnonese contro la Vastese. Se gli altomolisani si salvano, il Baranello del player-manager Emanuele Di Chiro festeggerà l’accesso nel massimo torneo molisano.

“La nostra squadra – il commento del presidente Mario Di Chirosi è preparata con dedizione e costanza dallo scorso agosto fino ad oggi. Innesti mirati come senior, abbiamo preso pedine che ci hanno permesso un grande salto di qualità e siamo stati fortunati nella scelta degli under di Baranello, Campobasso e paesi limitrofi, appena usciti dalle scuole di calcio e veramente molto preparati e talentuosi”.

“Non abbiamo ancora la certezza dell’Eccellenza – ha sottolineato il numero uno del clubma dobbiamo comunque essere pronti in qualsiasi caso per questo, che sia promozione o eccellenza, non lasciato nulla al caso ma abbiamo già una pianificazione avviata”.

Il Baranello è una società con un ottimo settore giovanile, che offre opportunità a giovani e promettenti calciatori. Quali i punti di forza di questa squadra? “Abbiamo un grande punto di forza:aver creato un gruppo solido negli anni che lavora con armonia ed entusiasmo. Cerchiamo di valorizzare soprattutto i talenti di casa nostra, dando maggior spazio ai giovani di Baranello. Ai giovani si aggiunge la saggezza e l’esperienza di esperti giocatori, come Emanuele Di Chiro o di altre persone che hanno già giocato in categorie superiori”.

Chi si sente di ringraziare per il risultato raggiunto? “I primi da ringraziare sono i giocatori, senza i quali non si poteva raggiungere questo risultato. Grazie alla loro passione e i loro sacrifici. Grazie anche alla bravura di allenatori e preparatori tecnici. Un ringraziamento va anche a tutta la società sportiva. In ultimo ma non ultimi tutti gli sponsor e la tifoseria che ci sostiene moralmente ad ogni partita e finanziariamente con donazioni liberali, perché sono loro a rendere concrete le necessità della squadra”.

Mariacristina Giovannitti

Redazione

CBlive

Articoli correlati

Lascia un commento

error: Contenuto protetto !!
Close