Sport

Su&Giù, le radici delle favole: si rinnova per la quarantunesima volta la corsa più caratteristica e famosa di Campobasso

La partenza della 40^ Su&Giù nel 2013 (foto sito Virtus)
La partenza della 40^ Su&Giù nel 2013 (foto sito Virtus)

C’era una volta e c’è ancora, da quarantuno anni, una domenica speciale, la seconda di novembre, durante la quale si corre a Campobasso la ‘Su&Giù’: uno tra i più importanti eventi sportivi del Molise, una manifestazione podistica non competitiva.

Mancano poche ore alla 41^ edizione della ‘Su&Giù’: domani, domenica 9 novembre 2014, il fiume di persone (stimate in circa seimila) invaderà le strade urbane e periferiche della città, interessando in maniera particolare il centro storico, cuore del capoluogo, che la frenesia della vita moderna ha fatto dimenticare, ma che ancora continua a pulsare.

La ‘Su&Giù’ contribuisce a risvegliare e colorare, per accogliere al meglio i suoi numerosi partecipanti, molti dei quali provenienti anche da fuori regione che, correndo, hanno modo di ammirare i luoghi più caratteristici di Campobasso.

La corsa prevede un percorso di 7 chilometri e 950 metri,  lungo i quali si vedrà correre famiglie con figli al seguito, appassionati, atleti professionisti, ma soprattutto i nonni con i loro nipoti, per rimarcare lo slogan  “Le radici delle favole”.

“È proprio ai nonni, infatti, che è dedicata la manifestazione, che con le loro favole ci insegnano i veri e sani valori da seguire durante i percorso della vita”: si legge nella nota stampa dell’organizzazione.

A ogni partecipante sarà donata una speciale medaglia artistica, disegnata dal maestro Domenico Fratianni, oltre a un pacco gara con prodotti di aziende molisane.

Da diversi anni, inoltre, alla gara è associato un concorso fotografico, che richiama il tema principale della ‘Su&Giù’ (regolamento sul sito www.gsvirtus.it): gli scatti più belli e originali saranno esposti in una mostra e saranno premiati gli autori.

Il passaggio nel centro storico (foto sito Virtus)
Il passaggio nel centro storico (foto sito Virtus)

Il percorso è duro e il ‘terreno’ impervio, ma i colori delle bandierine svolazzanti e l’atmosfera ricca di felicità rendono questo giorno indimenticabile per chi la corre. I sorrisi e la grande affluenza , invece, rendono orgogliosi gli organizzatori del lavoro svolto durante l’anno.

La corsa – Il ritrovo è alle 9,30 lungo Corso Vittorio Emanuele, la  partenza alle ore 10,00 dal ‘Monumento ai Caduti’, in Piazza della Vittoria a Campobasso. Dopo lo start, si attraverserà tutto il corso cittadino, dove sarà anche ubicato l’arrivo.

Articoli correlati

error: Contenuto protetto !!
Close