CB e dintorni

Bassani e le persecuzioni razziali, Aldo Moro, la Costituzione e Alda Merini: in 2677 maturandi molisani affrontano la prima prova degli Esami di Stato

Un brano sulle persecuzioni razziali tratto dal libro più famoso di Giorgio Bassani, ‘Il Giardino dei Finzi-Contini’ per l’analisi del testo e la cooperazione internazionale con Alcide De Gasperi e Aldo Moro per il tema storico (Tipologia C). Sono queste alcune delle tracce della prima prova di italiano degli Esami di Stato 2018, che hanno preso il via alle 8.30 di questa mattina, mercoledì 20 giugno in tutta Italia.

2677 i maturandi molisani, 2103 nella provincia di Campobasso, 574 in quella di Isernia, per un totale di 53 Commissioni d’Esame chiamate a valutare l’esito delle prove.

Nelle tracce di oggi, per la tipologia D, anche il principio dell’uguaglianza formale e sostanziale della Costituzione, mentre per il saggio breve la proposta del Ministero dell’Istruzione è ricaduta sul tema de “I diversi volti della solitudine nell’arte e nella letteratura”, che tra i testi ha incluso una poesia di Alda Merini, di Salvatore Quasimodo, un estratto di un’opera di Luigi Pirandello, Francesco Petrarca e Dickinson.

Le immagini di opere di Giovanni Fattori, Munch, Hopper sono, invece, state al centro della traccia per il componimento artistico-letterario, masse e propaganda inoltre per quello storico-politico (con brani di Giulio Chiodi e Andrea Baravelli) e il dibattito bioetico sulla clonazione per il tecnico-scientifico e, infine, la creatività e la dote d’immaginare, come risultato di talento e caso, per quello socio-economico.

Le tracce, erano state scelte all’inizio dell’anno dall’allora ministra Valeria Fedeli, e fino alle ultime ore, soprattutto sul web ha impazzato il ‘tototema’. In parte si tratta di previsioni rispettate, soprattutto per la prova inerente alla Costituzione, a 70 anni dalla sua entrata in vigore.

 

redazione

CBlive

Articoli correlati

error: Contenuto protetto !!
Close