Città

Campobasso ancora priva del suo presidio culturale: il sindaco chiede incontro al Mibact

Il primo cittadino del capoluogo sollecita per la riapertura della struttura

Un nuovo sollecito. Con una nota che fa seguito a quella inviata a fine agosto, il sindaco del Comune di Campobasso, Antonio Battista, chiede al Ministero dei beni e delle Attività culturali e del Turismo l’immediata riapertura della Biblioteca Albino, struttura che dal 2016 è passata dalla Provincia al Mibact per una più celere risoluzione della problematica.

Si tratta di un accordo disatteso, visto che la struttura è ancora chiusa nonostante le sollecitazioni che arrivano dalla città di Campobasso come dall’intera regione.

Nelle more della riapertura del più vasto presidio culturale della regione”, il sindaco “chiede un eventuale incontro con i rappresentanti del Ministero per conoscere i motivi che rallentano la riapertura dell’Albino”.  

Intanto, bisogna ricordare come agli inizi del mese di ottobre, nella risposta fatta dal sottosegretario Gianluca Vacca all’interrogazione della parlamentare molisana dei Cinque Stelle, Rosalba Testamento erano emerse criticità relative alla struttura.

“Il rappresentante del Governo – aveva detto infatti in quell’occasione la Testamento  – ha precisato che i tempi di riapertura della Biblioteca si sono allungati a causa della necessità di adeguare e mettere in sicurezza l’edificio, anche rispetto alla normativa antincendio, e ha inoltre garantito che, diversamente da quanto avvenuto in passato, l’attenzione del Ministero sulla Biblioteca è molto alta perché l’obiettivo è la  sua riapertura nel più breve tempo possibile”.

L’unica certezza del momento è che ormai da troppo tempo la città capoluogo è rimasta priva del suo presidio culturale, un tempo punto di riferimento per la città e per l’intera regione.

redazione

CBlive

Articoli correlati

Lascia un commento

error: Contenuto protetto !!
Close