CittàComune

Clima di festa nelle strade di Campobasso. La città rende omaggio al suo artista più celebre

Puntualissima l’uscita dei Misteri dal Museo di via Trento.

Qualche minuto prima delle 15 i quadri volanti, spogli dei loro protagonisti, si incamminano per raggiungere Palazzo San Giorgio.

Le vie del centro iniziano a riempirsi e in strada c’è già il clima della festa. Quello tipico nel giorno di Corpus Domini e che oggi, domenica 2 dicembre, ha un sapore tutto nuovo anche per i campobassani.

Il capoluogo è davvero pronto per rendere omaggio al celebre ideatore degli Ingegni.

Paolo Saverio Di Zinno viene ricordato a 300 anni dalla sua nascita, con un’uscita del tutto straordinaria dei Misteri che sfileranno in un centro città già addobbato con le luci natalizie.

Non era mai accaduto che la città potesse assistere a un evento simile. Lo fa oggi, a ben 3 secoli di distanza dalla nascita dell’artista che ha saputo donare a Campobasso una tradizione e una storia dal valore inestimabile.

Sono da poco trascorse le 15.15 quando i Misteri vengono sistemati sotto la sede del Municipio, mentre nella chiesa della Libera, poco dopo, prende il via la celebrazione della Santa messa presieduta dall’arcivescovo Bregantini.

Alle 16.15 sotto i portici di Palazzo San Giorgio il momento magico della vestizione. Una rito magico che si terrà praticamente a vista. Le inferriate che delimitano i portici sono state, infatti, smontate per permettere a tutti di assistere.

Alle 17 la sfilata prenderà il via. In contemporanea avverrà l’accensione delle luminarie. 

I Misteri si incammineranno per via Elena. Svolteranno in via Scatolone, proseguendo per Piazza della Vittoria e, subito dopo, per Corso Vittorio Emanuele II, che percorreranno fino all’altezza di Palazzo San Giorgio. Il mini-giro si concluderà, infatti, di nuovo lì, per lantradizionale benezione impartita, dal balcone del Municipio, dal vescovo Bregantini.

redazione

CBlive

Articoli correlati

Lascia un commento

error: Contenuto protetto !!
Close