Città

‘Vivi la Città’: sabato 27 settembre 2014 il centro di Campobasso sarà animato e illuminato. Tanti gli eventi in programma per tutti i gusti. L’assessore Colagiovanni: “Pochi soldi ma tante idee in campo”

L'assessore comunale Salvatore Colagiovanni
L’assessore comunale al Commercio, Salvatore Colagiovanni

GIUSEPPE FORMATO

È scattato il countdown per ‘Vivi la Città’, la manifestazione che il Comune di Campobasso e, per esso, l’assessore al Commercio, Salvatore Colagiovanni, e l’assessore alla Cultura, Emma de Capoa, stanno approntando, per regalare al capoluogo molisano una serata da trascorrere tra le vie del centro cittadino con amici e parenti, all’insegna di momenti culturali, enogastronimici e di puro divertimento.

‘Vivi la Città’ si svolgerà sabato 27 settembre 2014 e avrà inizio già dal pomeriggio: dalle 17 alle 20, infatti, lungo Corso Vittorio Emanuele le società sportive del capoluogo faranno esibire i propri ragazzi, per promuovere e pubblicizzare le attività che svolgeranno nella stagione 2014/2015.

L’organizzazione prevede quattro macro aree con degli eventi clou per ogni postazione: nei pressi del Monumento dei Caduti a esibirsi sarà la cover di Ligabue; in Piazza Municipio, invece, la cover di Zucchero; a Villa de Capoa sono in programma esibizioni di tango argentino; mentre, in Piazza Prefettura sotto i riflettori ci saranno le scuole di ballo.

A Fondaco della Farina ci saranno gli artisti di strada e una serie di aventi promossi dall’Associazione ‘Campobasso Insieme’: sarà allestita un’area ricreativa con musica e proiezione di attività sportive, a cura dello Sporting Club; in via Orefici una mostra e una sfilata di intimo del negozio ‘Leonzia’. In via Cannavina ci sarà un’esposizione fotografica con lettura di poesie; mentre, da Piazza San Leonardo partiranno visite guidate, a cura dell’Associazione Centro Storico.

La cultura storica di Campobasso sarà al centro dell’attenzione nel cuore antico della città: si inizierà alle 17 con un convegno, presso la Sovrintendenza del Beni Culturali, avente come tema la nutrizione dei bambini, organizzato dall’Unicef, dalla Cia, in collaborazione con il medico Marco Tagliaferri. Sempre nel centro storico, l’associazione dei ristoratori preparerà una tavolata con 250 coperti, momento per mettere in vetrina le specialità culinarie tipiche campobassane; mentre, coloro che vorranno scoprire la storia di Campobasso potranno farlo con un giro culturale nei vicoli della città, curato dall’Associazione Centro Storico. Altri due eventi nel cuore antico del capoluogo: una mostra fotografica e una sfilata di intimo, a cura del negozio ‘Leonzia’.

In piazzetta Palombo sarà presentato il libro di Ugo D’Ugo sulla storia di Campobasso; mentre, alle 20 ci sarà il teatro dialettale; alle 21,30 un monologo dell’attore campobassano, Giorgio Careccia, dal titolo ‘La Caparra’.

In Piazza Municipio sarà ospite l’Antico Molino Caputo, famoso a Napoli per l’esposizione della pizza sul lungomare. L’azienda, da qualche anno entrata nell’orbita del Pastificio La Molisana, riproporrà nel capoluogo molisano la celebre manifestazione partenopea.

In concomitanza con ‘Vivi la Città’ hanno prorogato gli spettacoli a Campobasso i fratelli Ferraiolo, celebri artisti del Teatro Nazionale dei Burattini, che trascorrono il mese di settembre nel capoluogo molisano da ben 111 anni. “Conferiremo la cittadinanza onoraria ad Adriano Ferraiolo – ha affermato l’assessore al Commercio del Comune di Campobasso, Salvatore Colagiovanni –, così come hanno fatto altre città italiane. La famiglia Ferraiolo è diventata parte integrante della nostra comunità e ci onoreranno di prendere parte alla manifestazione. A ottobre – anticipa l’assessore Colagiovanni – organizzeremo un paio di serate con loro e in questa occasione conferiremo la cittadinanza onoraria. Faremo tornare Adriano Ferraiolo e la sua squadra anche a Natale e li faremo esibire al Teatro Savoia. Loro hanno esportato al Nord il patrimonio meridionale e, dunque, meritano tutti gli onori della città di Campobasso”.

Sempre durante la serata, a Villetta Flora, ci sarà una degustazione de ‘l’abatina’, in collaborazione con la Federcarni di Confimpresa: i maestri macellai effettueranno una dimostrazione gastronomica con preparazione di piatti ‘pronti a cuocere’. Con essa ci sarà anche una degustazione di vini.

Spazio per i bambini a Villa dei Cannoni: ci saranno due gonfiabili per la gioia dei più piccini.

“Sarà una manifestazione – ha precisato l’assessore Salvatore Colagiovannia costo zero. Abbiamo raggiunto alcuni obiettivi nell’organizzare ‘Vivi la Città’: abbiamo messo d’accordo Confesercenti, Confimpresa e Confcommercio, le tre sigle riconosciute a livello nazionale; abbiamo evitato che la serata diventi una sagra di panini e birra; abbiamo scongiurato una serata disco nel cuore del capoluogo. Preciso che io non ce l’ho con gli ambulanti che vendono il classico panino, ma volevamo una serata culturale e durante la quale, dal punto di vista enogastronomico, si riscoprissero le peculiarità campobassane e molisane. Anticipo che organizzeremo un’altra serata durante la quale gli ambulanti saranno i protagonisti. Con questo non è non potranno sostare con i propri mezzi: potranno farlo fuori dall’area della manifestazione ‘Vivi la Città’, che andrà dall’arcivescovado, in via Mazzini, fino al Monumento dei Caduti. Fuori da questa area nulla sarà precluso. Abbiamo dato un taglio diverso a questo evento, altrimenti sarebbe diventata come tutte le altre feste. Inoltre, abbiamo preferito non prevedere un’area discoteca, perché ‘Vivi la Città’ dovrà essere un momento divertente, ma sobrio, e alle 2 dovremo restituire la città a coloro che sono chiamati, quotidianamente, ad assicurare la pulizia del centro cittadino”.

Solo le zone interessate dal montaggio dei palchi saranno chiuse già dal mattino di sabato 27 settembre, le altre chiuderanno dalle 19.

“Bisogna far ripartire l’entusiasmo perso per effetto della crisi – ha proseguito l’assessore Salvatore Colagiovanni –. Utilizzeremo l’occasione di questa prima edizione di ‘Vivi la città’ anche per registrarne gli eventuali difetti, in modo che poi potremo affinare l’organizzazione del ‘Natale in città’, al quale daremo un tema. E su questo colgo l’invito che mi ha rivolto in Commissione il collega Francesco Pilone. Approfitto, a questo punto, per ringraziare i presidenti della Commissione Cultura e Sport e quella del Commercio, rispettivamente, Giovanna Viola e Pasquale Colarusso, e i loro componenti, per l’apertura mentale e di idee che c’è stata nel corso delle stesse, con l’approvazione congiunta del nostro progetto. Abbiamo lavorato in maniera propositiva e questo deve essere lo spunto che dovrà contraddistinguere il lustro amministrativo della nostra città”.

Salvatore Colagiovanni, ancora alle prese con l’organizzazione di ‘Vivi la Città’, già pensa al futuro: “I campobassani, per trovare un po’ di svago, solitamente ‘migrano’ nei centri limitrofi. È nostro compito organizzare un cartellone di eventi nei periodi clou, come l’estate e a Natale, assicurando una copertura costante di manifestazioni che possano invertire il trend: non fare ‘emigrare’ più i cittadini campobassani, ma far sì che dagli altri centri molisani giungano nel capoluogo. Per questo motivo, va rivista anche l’organizzazione del Corpus Domini, per far sì che in estate ci sia qualcosa da fare anche a Campobasso. Mi auguro – ha concluso Colagiovanni – che questo spirito collaborativo, che ho trovato, possa proseguire anche dopo ‘Vivi la Città’. Sarà la prima uscita ufficiale per questa amministrazione e qualche errore potrà esserci, anche se mi auguro che tutto andrà alla perfezione, ma siamo qui per migliorare e perfezionarci. ‘Vivi la città’ costerà, tra Siae, luci e cover, appena cinquemila euro. Siamo in un periodo di spending rewiev e non possiamo permetterci di buttare via soldi. In periodi diversi lo si è fatto, magari anche raggiungendo scarsi risultati; oggi, invece, con pochi soldi facciamo lavorare il cervello, perché in un periodo di crisi si possono raggiungere gli obiettivi anche con le sole idee, che dovranno illuminare la nostra amministrazione”.

Sull’apertura dei negozi, Colagiovanni conclude: “Il decreto Bersani prevede l’apertura degli esercizi commerciali senza limiti H24, con le sole eccezioni del divieto di servire alcol dalle 3 alle 6 del mattino e dall’1 alle 3 lo si può vendere solo in bottiglie e contenitori di plastica. Era superfluo fare un’ordinanza per l’apertura degli esercizi commerciali. Tutti potranno partecipare a ‘Vivi la Città’. Ripeto: occorrono le idee. Cito, a tal proposito, un esempio: il presidente dell’Associazione di quartiere di Colle dell’Orso mi ha chiamato e mi ha riferito che a questa manifestazione vuole partecipare un cabarettista locale. Noi siamo felici se tutti prendano questo esempio: le nostre porte sono aperte a tutti coloro che intendono rendere più ricco questo evento. Occorrono solo le idee che, poi, vanno messe in pratica”.

La presentazione – Il vernissage di ‘Vivi la Città’ ci sarà dopo le 11 (orario ancora da ufficializzare) di venerdì 19 settembre, presso il Comune di Campobasso.

Articoli correlati

error: Contenuto protetto !!
Close