CB e dintorniCronacaVideo

Cadavere sui binari a Valmontone, viaggio da incubo per i molisani di rientro dalla Capitale

Il cadavere di un uomo rinvenuto intorno alle 18,40 di ieri, giovedì 4 aprile 2019, ha mandato in tilt la circolazione ferroviaria dalla Capitale verso il Sud Italia. Non immune anche la tratta Roma-Campobasso.

A vivere una vera e propria odissea sono stati i passeggeri molisani che, dal binario 20bis della stazione di Roma, sono riusciti a partire dopo più di cinque ore di ritardo.

A segnalare l’episodio, con tanto di video, un lettore di CBlive che ha documentato la triste avventura vissuta da lui e da altri pendolari la notte appena trascorsa.

I viaggiatori diretti in Molise sarebbero dovuti partire alle 19,35. Dopo aver aspettato per tre ore alla stazione della Capitale, solo alle 22,30 sono stati informati dal capotreno del tragico episodio avvenuto a Valmontone, dove il treno diretto a Colleferro, si è fermato per il cadavere rinvenuto sulle rotatie.

Un tragico episodio che ha costretto i pendolari ad attendere cinque ore prima di essere informati da Trenitalia che il convoglio, diretto in Molise, sarebbe stato sostituito da un autobus di linea.

Tutti i passeggeri, stanchi e stremati, sono infatti riusciti a partire solo poco prima dell’una di notte, precisamente alle ore 00,41, quando saliti sul bus sostitutivo alla volta di Campobasso, sono riusciti a fare rientro nel capoluogo solo in nottata.

Intanto, sembrerebbe, così come riporta il Quotidiano del Lazio, che l’uomo trovato morto sia un 40enne sparito mesi fa da Rimini e la cui scomparsa era stata denunciata dal padre. Ancora da chiarire la dinamica dell’incidente.

Redazione

CBlive

Articoli Correlati

Lascia un commento

Back to top button

error: Contenuto protetto !!
Close