Cultura

#IoVadoAlMuseo, per venti giorni all’anno ingresso gratuito a monumenti, musei, gallerie, scavi archeologici, parchi e giardini monumentali

GIULIANA IANNETTA

Il turismo rappresenta un’importante risorsa, che porta in Italia tantissime persone nel corso dell’anno e sulla quale è opportuno investire perché fonte di molteplici opportunità lavorative.

Il nostro Paese vanta un patrimonio artistico e di risorse naturali quasi unico al mondo, basti pensare che è il primo per luoghi riconosciuti come patrimonio dell’umanità: 54 siti Unesco su un totale di 1.092.

In generale, come evidenziato nel report annuale della Banca d’Italia, i turisti sono sempre più attratti da motivazioni culturali, mentre le vacanze rurali ed in montagna ristagnano e quelle balneari crescono a tassi inferiori alla media. Ciò nonostante, i musei italiani registrano ancora un numero di visitatori mediamente basso rispetto ai principali paesi europei e, pertanto, risultano essenziali la valorizzazione e pubblicizzazione del patrimonio culturale ed artistico, che possono rappresentare una vera e propria chiave per promuovere il turismo.

A tal fine, il Ministero per i beni e le attività culturali ha dato avvio, a partire da oggi, 5 marzo 2019, all’iniziativa #IoVadoAlMuseo.

Il progetto prevede la possibilità di visitare in modo totalmente gratuito per venti giorni all’anno tutti i monumenti, i musei, le gallerie, gli scavi archeologici, i parchi e i giardini monumentali del Ministero.

In particolare, è stato stabilito che i suddetti siti siano aperti gratuitamente per sei giorni consecutivi, dal martedì alla domenica, individuati tra gennaio e marzo. Successivamente, invece, l’ingresso libero è programmato per tutte le prime domeniche del mese ed altre otto giornate o fasce orarie di visita corrispondenti ad otto giornate, definite secondo le specifiche esigenze di ciascuna struttura.

In Molise, in particolare, saranno accessibili gratuitamente per tutta la #SettimanadeiMusei (dal 5 al 10 marzo 2019), le prime domeniche di ogni mese e negli altri giorni prestabiliti, numerosi monumenti, musei e siti archeologici, ovvero:

  • Museo Palazzo Pistilli (Campobasso). Ulteriori giorni di apertura libera prestabiliti saranno il 21 marzo, il 19 aprile, il 2, 21 e 23 giugno, il 6, 13 e 25 ottobre, il 3 novembre, l’1 e 8 dicembre;
  • Museo Sannitico (Campobasso). Il monumento, oltre alla settimana dei musei e alle prime domeniche di ogni mese, sarà aperto gratuitamente anche il 21 marzo, il 19 aprile, il 2, 21 e 23 giugno, il 6, 13 e 25 ottobre, il 3 novembre, l’1 e 8 dicembre;
  • Castello di Capua (Gambatesa). Giorni di ulteriore apertura gratuita prestabiliti saranno il 2 e 21 giugno, il 14 e 24 agosto, il 6 e 13 ottobre, il 3 novembre, l’1, 8 e 31 dicembre 2019;
  • Castello di Civitacampomarano (Civitacampomarano). Il monumento, oltre alla settimana dei musei e alle prime domeniche di ogni mese, sarà aperto gratuitamente anche il 24 marzo, il 12 maggio, il 2, 16 e 23 giugno, il 4 agosto, il 6 e 13 ottobre, il 3 novembre, l’1 e 8 dicembre;
  • Museo archeologico Santa Maria delle Monache (Isernia). Ulteriori giorni di apertura libera prestabiliti saranno il 21 marzo, il 25 aprile, il 19 maggio, il 2 e 21 giugno, il 10 settembre, il 6 e 13 ottobre, il 3 novembre, l’1 e 8 dicembre;
  • Museo nazionale del Paleolitico di Isernia (Isernia). Il museo, oltre alla settimana dei musei e alle prime domeniche di ogni mese, sarà aperto gratuitamente anche il 21 marzo, il 25 aprile, il 19 maggio, il 2 e 21 giugno, il 10 settembre, il 6 e 13 ottobre, il 3 novembre, l’1 e 8 dicembre;
  • Complesso monumentale di San Vincenzo al Volturno (Castel San Vincenzo). Ulteriori giorni di apertura libera prestabiliti saranno il 25 aprile, l’8 maggio, il 2 giugno, il 14 luglio, il 10 agosto, il 6 e 13 ottobre, il 3 e 10 novembre, l’1 e 8 dicembre;
  • Museo archeologico di Venafro (Venafro). Il monumento, oltre alla settimana dei musei e alle prime domeniche di ogni mese, sarà aperto gratuitamente anche il 21 marzo, il 25 aprile, il 2, 17 e 21 giugno, il 16 luglio, il 6 e 13 ottobre, il 3 novembre, l’1 e 8 dicembre;
  • Museo nazionale di Castello Pandone (Venafro). Il monumento, oltre alla settimana dei musei e alle prime domeniche di ogni mese, sarà aperto gratuitamente anche il 21 marzo, il 25 aprile, il 2, 17 e 21 giugno, il 16 luglio, il 6 e 13 ottobre, il 3 novembre, l’1 e 8 dicembre;
  • Museo della città e del territorio (Sepino). Ulteriori giorni di apertura libera prestabiliti saranno il 21 marzo, il 25 aprile, il 2 e 21 giugno, il 24 luglio, il 15 settembre, il 6 e 13 ottobre, il 3 novembre, l’1 e 8 dicembre;
  • Santuario italico (Pietrabbondante). Ulteriori giorni di apertura libera prestabiliti saranno il 20 e 25 aprile, il 2 e 21 giugno, il 5, 10 e 16 agosto, il 6 e 13 ottobre, il 3 novembre, l’1 dicembre.

redazione

CBlive

Articoli correlati

Lascia un commento

error: Contenuto protetto !!
Close

Adblock Detected

Please consider supporting us by disabling your ad blocker