News dal Molise

Serie D, l’Olympia Agnonese chiude la stagione regolare contro la Sangiustese

I granata di Di Meo, per evitare i playout, dovranno vincere e sperare che il San Nicolò non ottenga i tre punti contro il San Marino

L’Olympia Agnonese, pur non avendo ancora digerito il pareggio per 1-1 ottenuto contro i Nerostellati nell’ultima uscita stagionale, ha lavorato sodo in settimana per affrontare nel migliore dei modi la Sangiustese per l’ultima di campionato almeno per ciò che concerne la regular season.

Passo falso dei granata contro l’ultima della classe nell’ultima trasferta stagionale , che potrebbe costringere  Rullo e compagni ad inseguire l’obiettivo salvezza passando per la lotteria dei play out. Ridotta all’osso la rosa a disposizione di mister Di Meo a causa degli infortuni di Corbo e Litterio che si sono andati ad aggiungere a quelli precedenti di Corso e Di Lollo e alla squalifica di Ceria oltre ad un Nicola Guerra in non perfette condizioni fisiche.

I molisani hanno a disposizione solo un risultato per sperare nella salvezza diretta, che dovrà andare in contemporanea ad incastrarsi con il pareggio o la sconfitta del San Nicolò contro il San Marino.

I grifoni sono costretti a conquistare i tre punti contro i marchigiani  e nello stesso tempo sperare che il San Nicolò non raccolga bottino pieno a San Marino mentre in caso contrario i molisani dovranno giocarsi in casa la gara valevole per i play out contro la Jesina per la permanenza in serie D. Gara sulla carta alla portata di mano di Guerra e compagni che si troveranno di  fronte una squadra ormai salva e che non ha più nulla da chiedere a questo campionato. La Sangiustese dal canto suo arriverà al Civitelle dopo la sconfitta interna contro il Francavilla ed appagata dall’ottima stagione disputata. La squadra allenata da Senigagliesi , orfana dello squalificato Camillucci, giungerà in alto Molise con l’intenzione di onorare fino in fondo una stagione più che soddisfacente schierando Chiodini tra i pali, Marfella, Scognamiglio, Enow, Calamita, Proesmans, Kamara, Santagata, Moretti, Cheddira e Tascini.

L’Olympia Agnonese non smembrerà il 4-4-2 utilizzato spesso nel girone di ritorno schierando Venturini in porta, difesa a quattro composta da Frabotta, Cassese, Rullo e Guerra  con Mady e Ferraro in mezzo al campo supportati da Niang a destra e Santoro a sinistra con De Stefano ad affiancare Giglio in avanti. Importantissimo sarà l’apporto del pubblico di casa che si preannuncia numerosissimo alla vigilia data l’importanza del match. Bello anche l’incrocio tra presente e recente passato di mister Di Meo, che si troverà  a dover contare sul risultato positivo dei suoi e della sua ex squadra per poter scrivere una nuova pagina di storia nell’album calcistico dell’Olympia Agnonese.

L’incontro sarà diretto da Bertini della sezione di Lucca, che si avvarrà dei due assistenti Pavone di Sesto San Giovanni e Petracca di Lecce.

Fabrizio Di Pietro

redazione

CBlive

Articoli correlati

error: Contenuto protetto !!
Close