News dal Molise

Un milione e 700mila euro per la viabilità dell’Altissimo Molise, Di Lucente: “Finalmente un segnale per le aree interne”

Un totale di un milione e 700mila euro per la viabilità dell’Altissimo Molise: saranno quelli che arriveranno per migliorare alcune strade di collegamento dei territori altomolisani.

“Si tratta di un segnale importante nei confronti delle aree interne. Finalmente le loro esigenze sono sul tavolo della discussione. Finalmente vengono erogati fondi per le infrastrutture delle zone periferiche, sempre più spesso fanalino di coda in termini di investimenti e di priorità. Ringrazio il presidente Toma e l’assessore al ramo Niro per la sensibilità dimostrata nello sblocco di questi fondi, parcheggiati da tempo”, ha commentato il consigliere regionale Andrea Di Lucente, analizzando la delibera di giunta approvata nell’ultima riunione dell’esecutivo.

Priorità, appunto. “I temi delle aree interne, di quelle montane soprattutto, che sono i temi che mi stanno più a cuore, sono sempre stati considerati di serie B. Non è così. Dirottare risorse nei confronti di popolazioni che vivono enormi disagi ogni giorno e che affrontano grandi sacrifici, soprattutto per gli spostamenti, è il primo segnale di attenzione nei loro confronti. Non solo. Ci saranno ricadute positive sul territorio stesso. Una delle prime richieste che arriva dai cittadini è prioprio la migliore gestione delle infrastrutture affinché ci sia, di pari passo, un miglioramento della qualità della vita collettiva”.

Si tratta di un inizio di cambiamento nei confronti delle aree interne che avrà il suo atto finale nella redazione della nuova legge sulla montagna, al momento al vaglio della Prima Commissione: “Stiamo lavorando al testo attraverso le audizioni dei portatori di interesse che stanno apportando suggerimenti importanti alle misure da adottare” ha concluso il consigliere Di Lucente.

Nello specifico, gli interventi sbloccati riguardano:

– S.P. 82/DIR “VALDONICA” Centro abitato di Vastogirardi – Bivio di Staffoli Provincia di Isernia per 300.000,00 euro;

– S.P. 88 “Sangrina”- Centro abitato di Castel del Giudice – Bivio Ateleta (SS 652) per 200.000,00 euro;

– S.P. 87 “Montesangrina” – Centro abitato di Capracotta – Bivio Guado Licia per 200.000,00 euro;

– S.P. 87 “Montesangrina” – Centro abitato di Capracotta – Bivio Staffoli per 250.000,00 euro;

– SP 86 “Istonia” e SP 81 “Carovillense” dalla SP 78 “Aquilonia” (Bivio Tagliamento) – Centro abitato di Carovilli – Stazione FS San Pietro Avellana per 650.000,00 euro;

– SP 84 “Istonio – Sangrina” dalla località Rio Verde al Bivio Colonnetta per 100.000,00 euro.

Redazione

CBlive

Articoli Correlati

Lascia un commento

Back to top button

error: Contenuto protetto !!
Close