Campagna antincendio boschivo 2014, Frattura: “Piano predisposto per tutelare il territorio con buon senso e senza sprechi”

paolo-di-laura-frattura-candidato-del-centro-sinistraAttività di contrasto agli incendi boschivi, la Regione Molise dà l’avvio. Entra nel vivo la campagna Aib 2014 con la firma della convenzione tra le Prefetture, la Direzione regionale dei Vigili del fuoco e l’Agenzia regionale di Protezione Civile, nel rispetto della legge 353/2000 che pone in capo alle Regioni la programmazione delle attività in materia di lotta agli incendi boschivi.

“Vigili del fuoco, Corpo forestale e Agenzia di protezione civile in una sinergica collaborazione per tutelare, nel modo più efficace possibile, il nostro territorio dagli incendi che possono verificarsi in questi mesi di caldo, troppo spesso, purtroppo, per mano dolosa”, così il presidente della Regione, Paolo di Laura Frattura, sulla firma della convenzione prevista dal Piano operativo Aib 2014/2015 approvato nelle scorse settimane.

“Come già nello scorso anno, anche adesso abbiamo predisposto un piano – fa notare il governatore –, secondo i principi elaborati dalla spending review e il buon senso, cercando di ottimizzare al meglio le professionalità, i mezzi e le risorse complessivamente a disposizione, con l’attenzione che tutti dobbiamo al nostro territorio a cominciare dalle azioni di monitoraggio e controllo”.

Per la gestione e la fase operativa di spegnimento saranno impegnate le Associazioni di volontariato di Protezione civile, opportunamente formate ed equipaggiate, gli operai forestali stagionali, oltre che uomini e mezzi dei Vigili del fuoco e del Corpo forestale, mentre il coordinamento dell’intera campagna sarà effettuato direttamente dalla Sala operativa unificata permanente attivata presso l’Agenzia di protezione civile. Le squadre di terra, distribuite sull’intera regione, assicureranno un controllo capillare del territorio, tanto nella fase di prevenzione/avvistamento incendi, quanto in quella di spegnimento.

“Nello scorso anno – prosegue Paolo Frattura –, è stato riscontrato un decremento degli incendi, sia dal punto di vista numerico che di ettari di terreno percorso dal fuoco. Questo importante risultato è stato ottenuto con un notevole risparmio di risorse economiche rispetto al passato e ci ha spinto a riproporre un’organizzazione che ha già dato risultati positivi in termini di efficienza”.

“La spesa complessivamente preventivata – conclude il presidente della Regione –, è di circa  820.000 euro, in ulteriore riduzione rispetto all’anno scorso”.  

La Sala operativa unificata permanente è stata già attivata, in modalità H24, presso la sede Arpc di Via Sant’Antonio Abate a Campobasso. L’Agenzia sarà inoltre di supporto alle amministrazioni comunali, anche nei prossimi mesi, per l’aggiornamento del “catasto incendi” fornendo la reportistica delle aree percorse dal fuoco.

Articoli correlati

error: Contenuto protetto !!
Close