News dal Molise

Il cordoglio di Bregantini per la morte del vescovo di San Giovanni Rotondo Michele Castoro

“La diocesi di Campobasso–Bojano prende atto, con dolore, del ritorno al Cielo di Mons. Michele Castoro. Ne è compartecipe nel dolore per tre grandi motivi”. Così l’arcivescovo Bregantini sulla morte del vescovo di San Giovanni Rotondo, Michele Castoro.

“Il primo – ha proseguito Bregantini – è il dolore di un vescovo giovane che ci lascia; il secondo perché è un uomo di Dio che ha saputo reggere il dolore con il sorriso; il terzo per l’ultima volta che lo abbiamo incontrato personalmente quando, come pastorale del lavoro. Ci siamo incontrati con l’Azione Cattolica di Manfredonia  il giorno 10 marzo 2018  e abbiamo dialogato con la gente su cittadinanza attiva e sentieri di legalità.  Ma prima dell’incontro con il pubblico lui ci ha accolti con grande gioia e sorriso di forte benevolenza, in Episcopio. Si è visto il suo dolore, il deperimento fisico ma confortato da una cordialità ed un’accoglienza mirabile sempre con quel sorriso che ha ormai accompagnato l’intera sua vicenda di Dolore. Esprimiamo la nostra vicinanza e soprattutto auguriamo che il Signore ci mandi sempre Pastori come lui, Pastore Michele Castoro. Di lui ci colpisce il tenero messaggio di speranza quando ha affermato di recente che tra sofferenza e speranza c’è bisogno di un segmento intermedio, quello della umanizzazione della sofferenza. E questo lo possiamo fare noi tutti come Chiesa sanante che annuncia il Dio della con-solazione attraverso la sfida educativa della “prossimità” a chi è nella sofferenza».

redazione

CBlive

Articoli correlati

error: Contenuto protetto !!
Close