Il vicepresidente della Giunta, Michele Petraroia: “I molisani nel mondo pronti a sostenere la comunità regionale”

Michele PetraroiaLe comunità molisane sparse in Italia e nel Mondo, seguono attentamente ciò che accade sul territorio regionale grazie ai moderni sistemi di comunicazione, e possono contribuire con efficacia ad individuare soluzioni utili a superare una crisi che è sistemica perché coinvolge l’assetto istituzionale, la cancellazione dei diritti di cittadinanza universali e l’approntamento di un nuovo modello di sviluppo incardinato più sulla produzione di ricchezza che su logiche assistenziali. Lo scrive in una nota stampa il vicepresidente della Giunta regionale del Molise, Michele Petraroia.

In questi primi giorni del 2015 c’è stata la possibilità di sentire le voci dei nostri rappresentanti dell’Australia, dell’Argentina, dell’Inghilterra, del Canada e degli Stati Uniti, oltre che di Milano, Bologna, Padova e Roma, per scambiarsi gli auguri e riflettere insieme a chi osserva le nostre vicende da lontano ed è imparziale nelle valutazioni sul futuro della regione.

In primo luogo sono state avanzate proposte di cooperazione concreta ad esempio dal Presidente della Federazione dei Molisani del Quebec, Tony Zara che ha coinvolto le 27 associazioni molisane di Montreal in un progetto che mira a promuovere a giugno e settembre due viaggi mirati per 14 giorni in Italia a partire dal 2015 di cui almeno 7 in Molise.

L’iniziativa è totalmente a carico dei partecipanti e si rivolge alle seconde e terze generazioni che potrebbero conoscere il patrimonio storico, ambientale ed archeologico insieme alle tradizioni enogastronomiche e alle più suggestive manifestazioni popolari della regione.

L’idea poggia su una potenziale platea di decine di migliaia di cittadini di origini molisane facilmente raggiungibili da Tony Zara anche per il tramite della sua rivista PANORAM ITALIA che vende 250 mila copie tra Toronto e Montreal.

Da Mar del Plata in Argentina, Armando Manzo, ha già attivato per il 22 marzo 2015 l’edizione di CAMMINA MOLISE rivolto a tutti i molisani dell’Argentina, riprendendo la manifestazione promossa dal suo concittadino di Duronia, Giovanni Germano, e giunta nel 2014 alla ventesima edizione.

Il Console Joseph D’Andrea di Pittsburgh con la vivacità e l’entusiasmo dei suoi 86 anni ha sollecitato l’invio di altre copie del libro sulla strage mineraria di Monongah da consegnare a biblioteche e scuole americane, ad opinionisti e a storici dell’emigrazione.

Il Prof. Luigi Reale, docente universitario a Londra, ha spronato il Molise a riappropriarsi con decisione dei valori più autentici di laboriosità, solidarietà e spirito di sacrificio, impegnandosi sul piano personale a promuovere ogni contatto utile con le altre associazioni molisane della Svizzera, del Belgio e della Germania per cooperare ad iniziative di partenariato e di scambi di studi e di esperienze in particolare per i nostri giovani.

Da Zurigo, l’ex-Vice – Presidente della Commissione Esteri della Camera dei Deputati e dirigente europeo delle ACLI, Franco Narducci, sostiene anche direttamente iniziative in favore delle piccole e medie imprese del Molise, sia per favorire il loro accesso ai ricchi mercati del Nord Europa che per partecipare con successo all’EXPO’ MILANO 2015.

L’insieme dei messaggi giunti dal Brasile, dall’Australia, dal Venezuela, dalla Germania e dalle associazioni dei molisani in Italia, sprona il nostro territorio a rimanere unito ed operare in positivo concentrando gli sforzi sull’emergenza lavoro e sostenendo con politiche mirate i settori portanti della nostra economia che sono l’edilizia, l’agricoltura, l’artigianato, il commercio, il turismo e la piccola e media impresa.

Articoli correlati

error: Contenuto protetto !!
Close