“La Biblioteca Albino non deve morire”, l’appello di Michele Durante al Presidente De Matteis

L’indignazione dei cittadini è tangibile anche solo su face book: “Per un Mc Donalds che apre, una biblioteca che chiude” oppure “Il fallimento di una società dipende dai tagli alla cultura”. In effetti l’annuncio ufficializzato dal direttore Vincenzo Lombardi che prevede la chiusura della più grande biblioteca della città per il 1 luglio 2014 porta davvero tanta tristezza nei campobassani e non solo.

Michele Durante, fondatore di Lab-Campobasso, decide di scrivere un appello accorato direttamente al Presidente della Provincia Rosario De Matteis: “Egregio Signor Presidente chi le scrive non ha alcuna intenzione di sviluppare su questo tema alcuna esercitazione retorica; ha però il dovere quale consigliere provinciale di fare un appello e un invito al Presidente della Provincia di Campobasso. L’appello è quello di scongiurare la sospensione dei servizi e quindi la chiusura al pubblico della Biblioteca Provinciale Albino. Questo è un dovere nei confronti dell’intera società molisana, che da sempre considera la Biblioteca Provinciale Albino come punto di riferimento culturale, di studio e ricerca, e anche come spazio di elevata socialità”. Salvare la Biblioteca Provinciale ‘Albino’ è un dovere morale e soprattutto un diritto sancito dalla Costituzione della Repubblica. Così è Durante a chiedere una proroga fino al 31 dicembre 2014, un tempo lungo per temporeggiare e permettere agli Enti locali di trovare una soluzione che eviti la chiusura della biblioteca. Un invito che, secondo il fondatore di Lab-Campobasso, sarà accolto dal Presidente De Matteis e sostenuto anche dagli altri consiglieri provinciali per trovare un aiuto concreto e urgente per l’ ‘Albino’.

Articoli correlati

error: Contenuto protetto !!
Close