News dal Molise

La chiesa in ascolto dei giovani della Diocesi in vista dell’incontro di agosto con Papa Francesco e del sinodo dei vescovi

Circa duemila questionari anonimi nelle scuole superiori del Basso Molise Il 26 aprile incontro al Palazzo Vescovile per un momento di condivisione

“ Nel  Sinodo, la Chiesa, tutta, vuole ascoltare i giovani   : cosa pensano, cosa sentono, cosa vogliono, cosa criticano e di quali cose si pentono. Tutto. La Chiesa ha bisogno di più primavera ancora, e la primavera è la stagione dei giovani”.  Le parole di             Papa Francesco   pronunciate in occasione della Veglia di Preparazione alla   Gmg   fanno   da   cornice   al   percorso   che   porterà   al   Sinodo   dei   vescovi   su   “I giovani, la fede e il discernimento vocazionale             ”   in   programma   nell’ottobre   del 2018. Non a caso, più volte il Santo Padre ha ribadito la volontà di volere ascoltare i loro     sogni,   i   progetti,   la   loro   idea   di   Chiesa   in   cui   vogliono   e   possono   sentirsi protagonisti. Nell’ambito del cammino di preparazione all’incontro che sabato 11 e domenica 12 agosto 2018 Papa Francesco         terrà   con   i     giovani italiani che giungeranno a Roma da tutte le diocesi d’Italia   per pregare insieme in vista del Sinodo, la Diocesi di Termoli – Larino ha previsto alcune iniziative:  circa duemila questionari anonimi sono stati somministrati tra gli studenti delle scuole superiori del Basso Molise                con  l’obiettivo   di  portare  la   voce   di ogni   giovane,   all’attenzione   della   nostra   realtà   per   costruire   insieme   un cammino condiviso e aperto a tutti (risultati di prossima presentazione).  Un incontro con i giovani dai venti anni in su in programma il 26 aprile 2018 al Palazzo Vescovile. Alle   19   è   previsto   un   momento   di   ascolto   e riflessione con il vescovo, Gianfranco De Luca, cui seguirà la cena e una serata di condivisione. Parola chiave (hashtag) sui social:            # dimmeloTU. L’ obiettivo   è quello di un cammino condiviso, capace di raccogliere idee e proposte in vista dei prossimi appuntamenti che coinvolgono la Chiesa locale, proprio a partire dai giovani. Un metodo finalizzato a incontrarli lì dove sono, adeguandosi ai loro tempi e ai loro ritmi, prenderli sul serio nella loro fatica a decifrare la realtà in cui vivono e a realizzare il Sogno che Dio ha per ognuno.

redazione

CBlive

Articoli correlati

error: Contenuto protetto !!
Close