Le nuove frontiere della chirurgia di genere nel XXI secolo: venerdì 27 a Termoli il convegno

Sofisticate tecniche mini-invasive che consentono di curare senza “aprire” lo scrigno del corpo, dispositivi medici ad alto contenuto tecnologico per navigare 3D all’interno dell’organismo, robot con i quali è possibile realizzare micro interventi in punti dove la mano di un uomo non riuscirebbe mai ad arrivare

Tutte le novità relative all’applicazione della robotica in medicina. Un importante settore della mini-invasività è rappresentato dalla chirurgia robotica, qui l’operatore è distante fisicamente dal campo operatorio e siede ad una consolle, dotata di monitor dai quali attraverso un sistema complesso, comanda i movimenti dei bracci robotici.

PROGRAMMA DEL CONVEGNO DI VENERDÌ 27 GIUGNO ALLA GALLERIA CIVICA DI TERMOLI

9,30 Saluti delle Autorità

9,45 Introduzione dei lavori Dott. Pancrazio LA FLORESTA Resp. UOC Dip. Chirurgico P.O. Cardarelli- Campobasso

10,00 Lettura Magistrale Prof. Giovanni SCAMBIA Dir. del Dip. Tutela della Salute della Donna e della Vita Nascente Universita’ Cattolica Roma, membro del Consiglio Superiore di Sanita’

11,00 Cellule staminali in Chirurgia Vascolare Dott. Piero MODUGNO Resp. UO Chirurgia Vascolare Fondazione “Giovanni Paolo II” Campobasso

11,45 Tavola Rotonda: La Sanità Moderna fra Etica e Tecnologia Moderatore prof. Giancarlo RIPABELLI Catt. di Igiene -Dip. di Medicina e Scienze della Salute Università degli studi del Molise

S.E. Mons. Giancarlo BREGANTINI Arcivescovo di Campobasso e Bojano

Dott. Licio IACOBUCCI Dir. del Dip. Diagnostico e dei Servizi P.O. Cardarelli – Campobasso

Gen. di Divisione Cosimo PICCINNO Com. Naz. dei Nas

Prof. Francesco SCHITTULLI  Pres. Naz. LILT e Membro del Consiglio Sup. di Sanità

13,30 Conclusioni Arch. Paolo DI LAURA FRATTURA Governatore Regione Molise

 

 

 

Articoli correlati

error: Contenuto protetto !!
Close