Matese Arcobaleno: protesta a Palazzo Moffa martedì 23 settembre. L’associazione si rivolge a Bregantini

Un impianto a biomasse: così potrebbe diventare l'area tra Campochiaro e San Polo Matese
Un impianto a biomasse: così potrebbe diventare l’area tra Campochiaro e San Polo Matese

Matese Arcobaleno parteciperà domani, martedì 23 settembre 2014, con una propria delegazione, alla seduta del Consiglio Regionale per assistere alla discussione delle mozioni presentate per chiedere l’annullamento in autotutela delle autorizzazioni rilasciate dalla Regione alla realizzazione delle due centrali a biomassa nella piana del Matese, nei comuni di San Polo Matese e Campochiaro.

Matese Arcobaleno rivolge, inoltre, un appello pubblico a tutta la società civile molisana e a tutte le associazioni che si battono per la difesa dell’ambiente, ed in particolare a Sua Eccellenza Padre Giancarlo Maria Bregantini, affinché, nella sua qualità di Arci Vescovo di Campobasso Bojano e di Rappresentante della Conferenza Episcopale Italiana per la difesa del Creato, Voglia esercitare la sua autorità spirituale, morale e civile per sostenere i Sindaci e le associazioni in questa battaglia in difesa dell’area del Matese. Proprio di recente, infatti, Bregantini aveva richiamato tutti, non da ultimo in occasione della visita del Papa a Campobasso, alla difesa della Terra, esortando ‘la chiesa locale ad un impegno concreto verso questi tre impegni: la coscienza di un impegno culturale; la denuncia davanti ai disastri; la rete di speranza nel futuro’.

Articoli correlati

error: Contenuto protetto !!
Close