Musacchio sui vitalizi degli ex consiglieri regionali: “Siamo stati i primi a evidenziarne l’ingiustizia sociale e morale”

Vincenzo Musacchio
Vincenzo Musacchio

Vincenzo Musacchio, presidente di Corea, è intervenuto, attraverso una nota stampa, sui vitalizi degli ex consiglieri regionali, che gravano sulle casse dell’ente per ben 4 milioni di euro l’anno.

“Sui vitalizi degli ex consiglieri regionali – ha esordito Musacchio -, credo che Co.Re.A. sia stata la prima in assoluto ad evidenziarne la palese ingiustizia sociale e morale. Ed è stata anche la prima a proporre un ricorso in autotutela ed una proposta di legge alla presidenza del consiglio regionale. Sono convintissimo che oggi il dovere delle istituzioni regionali competenti sia quello di allineare quello che succede all’interno delle istituzioni a quello che accade nella società tra i cittadini. Non c’è un cittadino italiano che dopo uno, due o tre anni maturi un vitalizio pari ad uno stipendio quasi dirigenziale. Pertanto, non credo che ci possa essere un consigliere regionale che possa farlo in questo particolare momento di grave crisi economica e sociale. A mio modesto parere occorre agire in questo settore al più presto possibile, non si può più utilizzare la scusa dei diritti acquisiti per non abolire i vitalizi. Questa ingiustizia sociale deve finire. Credo che la Regione Molise abbia un’ottima avvocatura per battersi contro gli eventuali ricorsi. In questo difficile momento storico il Molise deve dare un segnale forte ed  eliminarli con effetto retroattivo. Dobbiamo abolire tutti i vitalizi. Ripeto, sono una grave forma di ingiustizia sociale. Se occorre ci rendiamo disponibili ad elaborare un progetto di legge, ovviamente, in maniera totalmente gratuita.

 

Articoli correlati

error: Contenuto protetto !!
Close