Nasce l’autorità per il trasporto ferroviario. Poleggi: “Finisce il monopolo arrogante di Ferrovie Italiane”

C’è voluta la decisione della Commissione  Europea  di deferire l’Italia  alla Corte di giustizia europea  per non aver recepito la normativa  comunitaria  in materia di diritti  dei passeggeri  nel trasporto ferroviario  per muovere le acque. Così l’Autorità di regolamento del trasporto , ibernata , ha trovato corrispondenza alla rivendicazione dell’approvazione del decreto  legislativo che la individuasse come  organismo responsabile   del settore, ai sensi  del Regolamento europeo 137/2007 per vedersi attribuiti  mezzi e risorse finalizzate all’attività  di tutela dei passeggeri. Infine il 21 Maggio 2014  che attribuisce all’Autorità  dei trasporti  il potere sanzonatorio   verso le imprese ferroviarie nel caso di violazione dei diritti dei passeggeri, per mancata informazione sui ritardi, soppressione dei treni, violazione dell’obbligo di trasporto di bicilettte, inefficienza nella vendita dei biglietti , inosservanza  degli obblighi nel risarcimento  dei danni  a passeggeri e bagagli, scarsa assistenza ai passeggeri e in particolare ai disabili

“Finalmente Trenitalia dovrà impegnarsi   per osservare e  garantire standard di qualità dei servizi europei, afferma Marco Gagliardi , responsabile settore trasporti del Movimento Consumatori, non solo nell’alta velocità ma anche per il trasporto regionale”.

“Finisce così il monopolio arrogante di Trenitalia – dichiara Filippo Poleggi, presidente del Forum del Trasporto Pubblico locale del Molise – che abbiamo combattuto. Non è  finita la nostra battaglia  perché dovranno essere introdotti poteri  per sanzioni in caso di ritardi sistematici o scarsa pulizia; i molisani sanno di cosa parliamo , per alte violazioni. indennizzi forfettari a vantaggio diretto dei passeggeri , prevedere procedure di conciliazioni paritetica gestibili a distanza”.

Articoli correlati

error: Contenuto protetto !!
Close