Palazzo Moffa, interrogazione urgente di Iorio, Fusco Perrella e Sabusco su formazione e piano giovani

Michele Iorio nella conferenza stampa di lunedì 20 ottobre 2014
Michele Iorio

“Possiamo accettare tutto, stare a sentire ogni tipo di giustificazione ma non tolleriamo che su azioni che potrebbero dare respiro a tanti  molisani, malgrado i fondi a disposizione, ci sia la più totale inerzia da parte di chi dovrebbe essere preposto ad attivarsi”. A parlare i consiglieri Angiolina Fusco Perrella, Michele Iorio e Giuseppe Sabusco. I quali, hanno presentato una interrogazione urgente indirizzata al presidente Frattura e al vicepresidente Petraroia riguardante le problematiche concernenti l’attuazione delle iniziative di Formazione Continua e Apprendistato Professionalizzante, nonché dei progetti in favore dei giovani, ossia il Piano Integrato Giovani Molise e Garanzia Giovani.

“Vorremmo sapere – continua la nota – come mai a distanza di otto mesi dalla nomina del Nucleo di Valutazione ancora non sono stato approvati gli elenchi e le graduatorie dei progetti ammissibili e finanziabili per l’iniziativa della Formazione Continua; vorremmo sapere qual è lo stato attuale delle fase di verifica di ammissibilità e di valutazione di merito delle domande pervenute per l’avviso della Formazione Continua; qual è la situazione concernente le domande pervenute per l’apprendistato professionalizzante, soprattutto tenendo conto delle difficoltà che stanno vivendo le aziende molisane; perché in un contesto storico di disoccupazione giovanile oramai a soglie molto elevate iniziative importanti come il Piano Integrato Giovani Molise e Garanzia Giovani stanno riscontrando problematiche temporali rilevanti per la loro attuazione, in particolare: per Garanzia Giovani si è ancora in attesa della pubblicazione dei bandi rivolti ai privati, inizialmente prevista per ottobre; vorremmo inoltre conoscere il perché della mancata conclusione della procedura di verifica delle condizioni di ricevibilità, di ammissibilità e di valutazione delle domande pervenute in merito alla ‘Linea n. 5 – percorsi sperimentali di orientamento e formazione integrata finalizzati alla creazione d’impresa’ del Piano Integrato Giovani Molise. Vogliamo ricordare – continuano i consiglieri – che con Delibera di Giunta Regionale n. 345 del 10 luglio 2013 le risorse per un totale complessivo di € 1.367.336,47, sono state impegnate sui capitoli nn. 14660 e 14673 dell’UBP 531 del Bilancio regionale 2013 e destinate al finanziamento delle attività di formazione continua; con Determinazione del Direttore Generale n. 673 del 31 luglio 2013 è stato indetto un Avviso Pubblico finalizzato all’attuazione ed al finanziamento delle azioni formative oggetto di contributi nazionali, in merito ad interventi a sostegno delle imprese che realizzano la formazione continua dei lavoratori occupati, per gli interventi realizzabili nell’anno 2014; con Determinazione del Direttore Generale n. 672 del 31 luglio 2013 si è disposta l’approvazione della “Direttiva per l’annualità 2013 relativa alla presentazione di progetti inerenti l’offerta di formazione formale esterna per i contratti di apprendistato professionalizzante, nell’ambito di quelli già in essere prima dell’entrata in vigore del D.Lgs. 167/2011”, con a disposizione un finanziamento di € 940.680,00; con Determinazione del Direttore Generale n. 674 del 31 luglio 2013 è stata approvata la “Direttiva per l’annualità 2013 e 2014 inerente l’offerta di formazione formale esterna per i contratti di apprendistato professionalizzante, nell’ambito di quelli successivi all’entrata in vigore del D.Lgs. 167/2011”, con un impegno di spesa di € 452.520,00.

Le misure  – si legge ancora nella nota – concernenti la formazione continua e l’apprendistato professionalizzante, per le quali si riscontra un ritardo di attuazione, rivestono una notevole importanza per le aziende del nostro tessuto imprenditoriale; non dimentichiamo – continuano Fusco, Iorio e Sabusco – che nel corso del 2014, come dal rapporto della Banca d’Italia di novembre, sono proseguite le difficoltà per l’economia del Molise, visto che i segnali di miglioramento registrati sul finire del 2013 sono stati disattesi. Altresì nei primi nove mesi dell’anno la domanda rivolta alle imprese industriali, anche quella proveniente dall’estero, è rimasta debole, mentre l’attività industriale si è contratta. Addirittura secondo i risultati del sondaggio condotto dalla Banca d’Italia su un campione di imprese industriali molisane con almeno 20 addetti, nei primi nove mesi del 2014,  oltre il 40% delle imprese ha subito una flessione del fatturato rispetto all’analogo periodo dell’anno precedente, a fronte di un 28 per cento che ha registrato un aumento. E anche le misure rivolte ai giovani, come il Piano Integrato Giovani Molise e la Garanzia Giovani, stanno riscontrando una serie di problematiche temporali e attuative, in un contesto storico dove secondo gli ultimi dati Istat il tasso di disoccupazione per il III° trimestre 2014 è pari al 13,2% e riguardo  a Garanzia Giovani su un bacino generazionale complessivo di 15 mila giovani tra i 15 e i 29 anni rientranti nella definizione di NEET, solo 1.689 giovani molisani si sono iscritti al portale nazionale, con il rischio concreto di perdere parte del finanziamento UE di oltre 9 milioni di euro.

Per questo – concludono Fusco, Iorio e Sabusco – attendiamo risposte concrete, e ci auguriamo anche fatti, dal presidente Frattura e dal vice presidente Petraroia”.

Articoli correlati

error: Contenuto protetto !!
Close