Processo per direttissima: resta in carcere il 32enne nigeriano, dopo aver preso a sprangate delle auto

auto disE.K., 32 anni, nigeriano, è l’uomo che ieri – in preda ad un raptus – intorno alle ore 13.30, ha preso a sprangate i vetri dei lunotti posteriori delle automobili parcheggiate nell’area del supermercato di viale Manzoni a Campobasso. Per lui, questa mattina, nel palazzo di Giustizia del capoluogo il processo per direttissima.

Dopo aver ascoltato la testimonianza dell’imputato e dei militari che, nella giornata di ieri, sono stati impegnati nelle operazioni di cattura, oltre che aver ascoltato le richieste del legale dell’uomo, l’avvocato Teresa Discenza, il giudice Giovanni Falcione ha convalidato l’arresto.

Resta in carcere, quindi, il trentaduenne, come misura cautelare aspettando aggiornamenti al processo, rinviato la settimana prossima.

Articoli correlati

error: Contenuto protetto !!
Close