Pubblicazione di libri sulla storia di Campobasso, il consigliere comunale Michele Ambrosio torna all’attacco

Il consigliere comunale Michele Ambrosio
Il consigliere comunale Michele Ambrosio

Al consigliere comunale Michele Ambrosio, a distanza di ventiquattro ore dal primo  comunicato stampa, torna a parlare della variazione di bilancio approvata con delibera di Giunta comunale. All’attenzione dell’esponente dell’UdC, i centomila euro destinati alla pubblicazione di una raccolta di volumi sulla storia di Campobasso e del Molise, attraverso documenti inediti di Vincenzo Eduardo Gasdia.

“La spesa di centomila euro per la pubblicazione di testi inediti sulla città di Campobasso e le dichiarazioni giustificative del primo cittadino, rasentano la follia amministrativa ed il delirio di onnipotenza – scrive Ambrosio –. La città di Campobasso non ha bisogno né di un sindaco novello Indiana Jones alla scoperta del ‘tesoro’ di Montecassino né che il comune si sostituisca ad altri soggetti deputati a tale ‘valorizzazione’ come lo stesso Iresmo, la fondazione Molise cultura, musei e biblioteche. Il sindaco – conclude Ambrosio – può fare il mecenate con i propri soldi e a casa sua e non certo con le risorse pubbliche e a spese dei cittadini”.

 

redazione

CBlive

Articoli correlati

error: Contenuto protetto !!
Close