Ricostruzione post-sisma, Ciocca: “Adesso occorre accelerare, dobbiamo poter utilizzare i fondi senza le catene del Patto di Stabilità”

il consigliere regionale Salvatore Ciocca
il consigliere regionale Salvatore Ciocca

È stata protocollata ieri la mozione con la quale chiedo al Consiglio regionale di impegnare il presidente Frattura e l’esecutivo ad ogni azione utile alla indispensabile deroga al Patto di Stabilità, ai fini dell’immediato utilizzo delle risorse destinate alla ricostruzione post sisma con Delibera Cipe.

Nel passato anche recente, come è noto, si è più volte sottolineata all’attenzione del legislatore la indispensabilità di tale deroga, per i territori colpiti dal sisma e da catastrofi naturali.  Una battaglia che conduce anche la Regione Abruzzo e sulla quale, nel marzo scorso, si era registrata l’apertura del Governo nazionale.

L’auspicata deroga dovrà trovare posto nella prossima Legge Finanziaria; solo agendo con tempismo e massima attenzione verso i territori e popolazioni, già duramente e lungamente colpiti, saremo in grado di imprimere quell’accelerazione che noi per primi desideriamo.

I risultati conseguiti fino a oggi, in 13 mesi, ci danno ragione e diventano supporto concreto per la  necessaria azione politica ed istituzionale da porre in essere nei confronti del Governo centrale.

“Di concerto con il Presidente Frattura e il Presidente Niro, ho invitato ufficialmente  il premier Matteo Renzi alla “Giornata della Memoria” per commemorare, assieme al Molise intero, quel drammatico 31 ottobre 2002 e le sue innocenti vittime – ha affermato il consigliere regionale Salvatore Ciocca in una nota stampa –. Ho chiesto al Presidente del Consiglio di venire a visitare i luoghi di una ferita ancora aperta. Tutti, ognuno per le proprie responsabilità, abbiamo il dovere di restituire fiducia e serenità alle popolazioni del cratere sismico”.

Articoli correlati

error: Contenuto protetto !!
Close