Trasporto su ferro, verso la procedura di evidenza pubblica. Nagni: “Trenitalia potrà giocare la sua partita in un quadro concorrenziale”

L'assessore regionale Pierpaolo Nagni
L’assessore regionale Pierpaolo Nagni

Resta ferma la posizione della Regione Molise nella trattativa con Trenitalia in vista della scadenza del contratto. A tal proposito ieri, martedì 18 novembre 2014, presso l’assessorato Regionale ai Trasporti si è tenuto il tavolo del Comitato tecnico di gestione al quale hanno preso parte l’Isfort, il direttore di Area IV, Rodolfo Cocozza, e la stessa Trenitalia.

“Nessuna conferma del contratto con l’azienda ferroviaria – ha annunciato l’assessore Nagni – ma soltanto un rinnovo tecnico che servirà ad avviare le procedure di evidenza pubblica. Seppur in un clima cordiale e tranquillo – ha fatto sapere tramite una nota stampa – come Regione Molise abbiamo chiarito che, per costruire un quadro di servizi migliorativo, occorre modificare quello che fino ad ora è stato un rapporto di carattere monopolistico e che Trenitalia, se vorrà, potrà comunque giocare la sua partita ma lo farà in un quadro concorrenziale. Andare verso la procedura di gara significa che l’impostazione del  trasporto su ferro subirà una trasformazione  complessiva rispetto al quadro attuale. Ovvio che si tratterà di una  fase piuttosto lunga e complessa (si parla di un lasso di tempo di circa due anni e mezzo, ndr)ha precisato Nagni – ma questo potrebbe portare anche a ritrovare una Trenitalia,  rinnovata e  pronta ad accettare la sfida di un bando di gara regionale. Del resto è anche vero che l’azienda ha già vissuto analoghe situazioni anche con altre regioni, a volte spuntandola attraverso contratti migliorativi. Sono convinto – ha concluso – che dando l’avvio ad una sana concorrenza tra i partecipanti alla gara, la Regione Molise potrà ottenere enormi benefici nell’ambito del  trasporto su ferro”. 

Articoli correlati

error: Contenuto protetto !!
Close