Politica

Parola agli elettori: il Molise sotto i riflettori nazionali. Alle 12 affluenza al 15,17%

Alle 12 di oggi, domenica 22 aprile, in Molise ha votato poco più del 15% degli aventi diritto. Il 15,17% per l’esattezza. I seggi resteranno aperti fino alle 23 di questa sera. Riflettori nazionali sulla ventesima regione d’Italia, chiamata al rinnovo del Consiglio regionale e all’elezione del nuovo presidente.

Dei quattro candidati alla carica di governatore, il primo a recarsi alle urne, questa mattina, è stato Agostino Di Giacomo, in campo con CasaPound. Di Giacomo ha votato al seggio 3 di Roccaravindola, intorno alle 11.

Poco dopo, alle 12.08 ad Agnone, è stata la volta del candidato dei Cinque Stelle, Andrea Greco.

Poco più tardi si reca alle urne anche il candidato di centrodestra, Donato Toma, unico dei quattro a votare a Campobasso. Intorno alle 12.30 Toma arriva nel seggio di via Goriza, sezione 10, insieme alla moglie e ai figli.

A Isernia, intorno alle 13, nel seggio del Tribunale, ha espresso la propria preferenza, Carlo Veneziale, ex assessore della giunta Frattura e candidato del centrosinistra.

Vota al seggio della D’Ovidio il presidente uscente, Paolo Frattura. In tarda mattinata alle urne anche il sindaco di Campobasso, Antonio Battista.

Redazione

CBlive

Articoli correlati

Lascia un commento

error: Contenuto protetto !!
Close