Sociale

La nuova vita dei giochi usati: Rigiocattolo conquista il primo premio al contest nazionale ‘Imprese Circolari’

“Sogniamo un mondo in cui le cose non sono consumate perché possedute, bensì usate perché condivise", dicono i responsabili del progetto

Il progetto Rigiocattolo, realizzato da Ares Sociale Campobasso, vince il primo premio al Contest Imprese Circolari 2020 per la categoria ‘Rigenerazione giocattoli usati’.

Il concorso, promosso da Adiconsum  –  Associazione Difesa Consumatori e Ambiente promossa dalla CISL – ha lo scopo di sostenere le iniziative legate ai temi dell’economia civile, circolare e sostenibile.

Rigiocattolo nasce nel 2014, a Campobasso, come esperienza di volontariato per adolescenti dai 16 ai 18 anni. Si riparano giocattoli per donarli a chi non ne ha, oppure rivenderli e con il ricavato aiutare i poveri.  Oggi Rigiocattolo è una sorta di negozio di giocattoli usati o rigenerati.

L’obiettivo a lungo termine è quello di realizzare gradualmente un centro del riuso”, aperto a varie esperienze di economia circolare e a vari attori.

Rigiocattolo è costituito da un gruppo di volontari che, mentre sognano di diventare un centro del riuso, nel frattempo ricevono in dono giocattoli, li riparano e li rimettono in circolazione. I giocattoli vengono, infatti, o reimmessi sul mercato o donati a chi ne ha bisogno.

All’interno del progetto sostenibile è  anche previsto l’ospedale del giocattolo per chi desidera solo aggiustare; il noleggio dei giocattoli e corsi di riparazione.

“Sogniamo un mondo in cui le cose non sono consumate perché possedute, bensì usate perché condivise. Lo scopo è ridurre gli sprechi per un’economia circolare” , dicono i responsabili del progetto che ha conquistato un ambito riconoscimento nazionale.

Articoli Correlati

Lascia un commento

Back to top button

Close