Sport

Campobasso, semifinali di Coppa Italia a un passo: 2-0 al Portocorallo

CAMPOBASSO – PORTOCORALLO VILLAPUTZU 2-0

Campobasso: Cattenari, Scudieri, Volpecina, Pignataro, Scampamorte, Minadeo, Cianci (89’ Mauriello), Fazio, Lazzarini (83’ Di Lallo), Palumbo, Vitelli (68’ Corradino). All. Francesco Farina.

Portocorallo: Manis, Massessi, Chiarelli, Giunta, Capelli, Del Nero, Porru, Avanzini, Arcamone, Nuvoli (75’ Gigli), Taraschi. All. Virgilio Perra.

Reti: 29’ Lazzarini, 60’ Fazio.

Ammoniti: Lazzarini (C); Massessi, Chiareli, Porru, Avanzini (P).

Espulso: Farina, allenatore del Campobasso, allontanato dalla panchina.

Arbitro: Daniele Rutella di Enna (Affronti di Ostia Lido-Yoshikawa di Roma1).

GIUSEPPE FORMATO

Il Campobasso vede la semifinale di Coppa Italia, grazie al 2-0 rifilato ai sardi del Portocorallo con i gol di Lazzarini e Fazio. Due reti che consentiranno ai rossoblù di mister Farina di affrontare l’incontro in terra sarda, in programma mercoledì prossimo, con la consapevolezze di partire con la qualificazione quasi in tasca.

Un successo, quello maturato al ‘Selva Piana’, pienamente meritato per il Campobasso, che avrebbe potuto anche incrementare il bottino di gol. Ma poco importa: l’importante era vincere e l’obiettivo è stato raggiunto. A Villaputzu, in provincia di Cagliari, toccherà al Portocorallo fare la partita e cercare di trovare la via della rete. Il Campobasso sarà chiamato a gestire l’incontro.

La cronaca – Farina schiera i lupi con uno spregiudicato 4-3-3 con Cattenari tra i pali; difesa, da destra a sinistra, con Scudieri, Minadeo, Scampamorte e Volpecina. In mezzo al campo Fazio con Pignataro e Cianci. In avanti il tridente Palumbo, Lazzarini e Vitelli.

Il trainer sardo, Virgilio Perra, in campo con un 4-4-2, che in fase di non possesso si trasforma in un 4-2-4, modulo spregiudicato che non crea, comunque, grossi grattacapi alla difesa dei lupi.

Si vedono subito i lupi con Fazio, la cui conclusione è neutralizzata dall’estremo difensore Manis. Il mediano campobassano entra subito in partita e al 6’ ancora una volta è il numero uno sardo a salvare sul tiro di Fazio.

Il Portocorallo si vede al quarto d’ora con Avanzini, che ci prova dai venticinque metri. Cattenari è attento e respinge l’insidioso tiro. Poco prima della mezz’ora la squadra di Farina mette il piede sull’acceleratore e i rossoblù battono quattro calci d’angolo consecutivi. Al 29’ arriva il vantaggio locale con il bomber Lazzarini, che raccoglie un rasoterra proveniente dalla sinistra e sottomisura batte l’estremo difensore sardo.

Il Campobasso passa meritatamente in vantaggio.

Sono sempre i lupi a fare la partita e la squadra di Farina si vede con Fazio (38’) e Vitelli (41’): il primo tentativo è sventato da Manis, l’altro termina sul fondo.

Gli ospiti si vedono con Avanzini (44’), la cui conclusione si spegne sul fondo, e con Taraschi al 46’. Anche quest’ultima soluzione non ha la giusta mira.

I lupi, nella ripresa, provano a chiudere l’incontro. Al 51’ ci prova il capitano Minadeo su calcio piazzato dai venticinque metri. Il numero uno sardo, Manis, alza la conclusione sopra la traversa, rifugiandosi in calcio d’angolo.

Il Campobasso raddoppia al 60’. L’azione insistita sulla destra è di Palumbo, che entra nel cuore dell’area di rigore, servendo un rasoterra nei pressi del dischetto del rigore. Non ci arriva Lazzarini, ma la sfera arriva a Fazio, che con molta freddezza non fallisce il rigore in movimento. È il 2-0 della sicurezza, in chiave qualificazione.

I lupi non sono ancora sazi e sfiorano il tris con Fazio e Palumbo: in entrambe le circostanze para il portiere sardo, Manis.

Nell’ultimo quarto d’ora il Campobasso perde Vitelli per infortunio e Lazzarini perché esausto, così in avanti resta il solo Palumbo e il folto centrocampo a cinque va proteggere il risultato maturato fino a quel momento.

Il Portocorallo prova a trovare il gol della speranza e lo fa in zona ‘Cesarini’ con Arcamone (89’) e Taraschi (91’). Il numero uno rossoblù, Cattenari, sventa entrambe le minacce.

I lupi vedono le semifinali, anche se mercoledì prossimo in Sardegna occorrerà fare molta attenzione alla voglia di rivalsa del team cagliaritano.

Domenica l’Eccellenza molisana osserverà un turno di riposo, quindi i rossoblù restano concentrati sulla kermesse tricolore. Oggi giornata di relax, la squadra tornerà ad allenarsi domani pomeriggio.

redazione

CBlive

Articoli correlati

error: Contenuto protetto !!