Sport

L’Olympia Agnonese cede il passo alla Primavera del Bari dell’ex tecnico Corrado Urbano. Festa al ‘Civitelle’ per l’arrivo dei ‘galletti’ (fotogallery)

Corrado Urbano, tornato al 'Civitelle' con la Primavera del Bari
Corrado Urbano, tornato al ‘Civitelle’ con la Primavera del Bari

OLYMPIA AGNONESE – PRIMAVERA BARI 1-2

Ol. Agnonese: Vescio, Maresca, (18’ st Giacchetti), Litterio, Di Lullo, (30’ st Catalano), Lattarulo, (30’ st Perrotta), Lucarino, (18’ st Mazzeo), Pagliuca, (19’ st Lavorgna), Ricamato, Saltarin, (26’ st Lisi), Pettrone, Carpentino. All. Donatelli

Primavera Bari: Ventrella, Lettoci, Marseglia, Tamburrino, D’Andria, Bosco, Leo, Marasciulo, Curci, Amoruso, Mastrangelo (Cassano). All. Urbano

Reti: 21’ Leo, 1’ st Di Lullo, 38’ st Cassano

Arbitro: Selteren de L’Aquila

Note: spettatori 200 circa. Ad inizio gara premiato il tecnico Corrado Urbano per i suoi trascorsi sulla panchina dell’Agnonese. In tribuna l’ex diesse del Campobasso, Michele Ciccone e il presidente del settore giovanile del Bari, Romeo Paparesta, omaggiato nell’intervallo con una tina in rame.

 Il Bari Primavera allenato da Corrado Urbano sorprende l’Olympia Agnonese nel finale di gara. Dopo il vantaggio dei biancorossi maturato nel primo tempo grazie ad un preciso diagonale di Leo, la formazione granata è pervenuta al pareggio ad inizio ripresa con Di Lullo. Il centrocampista è stato bravo a sorprendere con un gran tiro Ventrella dal limite dell’area. A pochi minuti dal triplice fischio finale, una punizione di Cassano ha beffato sul primo palo Vescio.  Sul gol vittoria dei galletti pesa anche l’incertezza degli uomini della barriera.

Per l’Agnonese, alla sua seconda uscita ufficiale, le note positive sono arrivate dalle prestazioni degli attaccanti Pettrone e Saltarin, dei centrocampisti Di Lullo e Ricamato e dalla coppia difensiva Lattarulo, Lucarino.

Assenti il centravanti Gesuele, alle prese con una lieve distorsione al ginocchio (ad inizio settimana verrà sottoposto a risonanza magnetica) e il difensore Natalini, fermo in via precauzionalmente.

Intanto l’Olympia Agnonese sempre più made in Molise. Prosegue la politica sposata  dalla dirigenza presieduta da Antonio Melloni che in queste ore ha tesserato Riccardo Lucarino e Daniele Lisi. Il primo, difensore, classe ’93, originario di Vastogirardi, nella passata stagione ha indossato la casacca degli umbri del Deruta in serie D; il secondo, centrocampista, classe ’95, campobassano di nascita, lo scorso campionato è stato in forza al Vinchiaturo (Promozione). Con Biasella, Vescio, Ricamato, Litterio, i fratelli Catalano, Di Lollo, Pifano, si allunga la schiera di calciatori molisani che formano la rosa guidata dal tecnico Giuseppe Donatelli.

La fotogallery

Articoli correlati

error: Contenuto protetto !!
Close