CB e dintorni

Pozzi radioattivi: ancora nessuna risposta su ‘cosa’ ha provocato il disastro ambientale. Tutto rinviato a settembre

Pozzi

MARIA CRISTINA GIOVANNITTI

Il Molise ha paura dei pozzi della Montedison. Hanno paura soprattutto gli abitanti di Cercemaggiore, che negli ultimi anni hanno visto un vertiginoso aumento dei tumori e quelli che vivono nei pressi della contrada Capoiaccio dove ci sono i pozzi incriminati di cui abbiamo spesso parlato. Si ha paura ma non si agisce: questo il resoconto all’indomani del summit tenutosi in Prefettura. L’occasione era ghiotta per capire, finalmente, cosa è stato sversato nelle vasche e nei pozzi, tanto da portare un livello di radioattività dieci volte oltre i valori normali, secondo quanto accertato dall’Arpa Molise. Soprattutto perché al tavolo tecnico di ieri, 25 giugno, hanno preso parte, oltre all’Assessore comunale all’ambiente di Cercemaggiore, all’Assessore regionale all’ambiente, i referenti dell’Ispra, Asrem, Arpa Molise, Protezione Civile e vigili del fuoco, gli ex titolari della Montedison che, a quanto pare, hanno portato documentazioni su ‘come’ e ‘perché’ ma non sulla natura degli sversamenti.

Tutto rinviato a settembre per la valutazione dei dati. Dovranno passare ancora tre mesi per avere disponibili i valori che emergono dai prelievi e dalle campionature. Intanto all’interrogazione parlamentare che il Movimento 5 Stelle aveva posto il 17 aprile 2014, il Ministro dell’Ambiente ha risposto ora affidando tutta la fiducia all’incontro in Prefettura che c’è stato e che ha portato con sé solo altro tempo da aspettare.

Che cosa è stato sversato negli anni in quelle vasche? Che pericolo c’è per le popolazioni? Come bonificare? Di chi sono le eventuali responsabilità? Speriamo che questa azione parlamentare quantomeno riesca a tenere alta l’attenzione e soprattutto a mettere la giusta pressione sulle autorità locali competenti affinché tutto non finisca “all’italiana” questo è il commento del M5S.

Articoli Correlati

Lascia un commento

Back to top button

error: Contenuto protetto !!
Close