Città

Corpus Domini, al via i festeggiamenti. Alla Giunta Gravina il compito di far funzionare la macchina organizzativa di un cartellone ideato dall’amministrazione Battista

Nell’affascinante scenario di largo San Leonardo, nel cuore del centro storico di Campobasso, questa mattina il sindaco Roberto Gravina e l’assessore alla Cultura e alle Attività Produttive Paola Felice, hanno presentato il cartellone degli eventi del Corpus Domini 2019. Con loro anche Liberato Teberino, presidente dell’associazione Misteri e Tradizioni e Giuseppe Santoro dell’associazione Crociati e Trinitari.

“Oggi la nostra città si apre al mondo con la sua tradizione più bella e sentita, quella del Corpus Domini. – ha detto Gravina – L’intenzione della nostra amministrazione è quella di lavorare insieme a operatori culturali e al tessuto produttivo della città per espandere il più possibile la portata di questo evento, ma non solo in termini strettamente numerici quanto dal punto di vista della progettualità culturale e della ricaduta benefica sul territorio. Per quest’anno, come è risaputo, il cartellone dei diversi appuntamenti previsti fino a domenica è stato approntato dalla precedente amministrazione, a noi tocca il compito di far funzionare la macchina organizzativa in queste intense giornate per permettere a tutti di godersi le bellezze della nostra città e le emozioni che solo la sfilata degli ingegni del Di Zinno riesce a suscitare”.

Un centro storico imbandierato con gli stendardi delle confraternite dei Crociati e dei Trinitari, grazie appunto al lavoro dell’associazione presieduta da Giuseppe Santoro, farà da cornice agli eventi che si susseguiranno in modo continuo in diversi luoghi cittadini.

È toccato a Paola Felice, neo assessore alla Cultura e alle Attività Produttive, illustrare in modo più ampio gli eventi previsti in cartellone a partire da questa sera, quando alle ore 21.30, verrà inaugurata l’area lungo corso Vittorio Emanuele II dove hanno trovato posto le casette di legno che ospiteranno le tradizioni, la storia e le usanze dei paesi della regione.

“È obbligatorio ringraziare da parte mia e di tutta l’amministrazione – ha voluto premettere l’assessore Felice – i settori Cultura e Commercio del comune di Campobasso che nel periodo che ha preceduto la proclamazione del nuovo sindaco e la susseguente nomina della nuova giunta, hanno lavorato per rendere operativo un programma il più possibile completo, secondo quelli che sono stati gli indirizzi e gli impegni dell’amministrazione uscente. Questa sera partiremo con l’inaugurazione della manifestazione La città dei Misteri: tra borghi e tradizioni, ospitando ben 22 comuni molisani lungo corso Vittorio Emanuele II fino a domenica, dando così la possibilità alle nostre comunità di farsi conoscere e apprezzare per quelle che sono le loro peculiarità storiche, culturali ed enogastronomiche. Presso il campo sportivo del vecchio Romagnoli ci sarà la tradizionale Fiera del Corpus Domini e venerdì 21 giugno, alle ore 21.00, il contest per giovani band. Sabato e domenica ci saranno i due concerti con Le Vibrazioni (sabato ore 21.30) e Luca Carboni (domenica ore 21.30), che si terranno in piazza della Repubblica. Ma non dimentichiamo che per tutti i campobassani e anche per chi raggiunge in questi giorni la nostra città da fuori, il vero spettacolo inimitabile e con il marchio D.O.C. è quello della sfilata dei Misteri di domenica.”

A parlare del momento clou del Corpus Domini, ovvero della sfilata degli ingegni del Di Zinno, prevista per domenica 23 giugno, non poteva che esserci il presidente dell’associazione Misteri e Tradizioni Liberato Teberino che ha illustrato nel dettaglio il percorso e gli orari della sfilata, ricordando come sul sito del Comune di Campobasso sia presene un link sia al Museo dei Misteri che alla mappa del percorso.

Redazione

CBlive

Articoli Correlati

Lascia un commento

Back to top button

error: Contenuto protetto !!
Close