News dal Molise

Agricoltura segmento strategico nell’economia nazionale, Pietracupa rilancia l’istituzione di un Ministero del cibo

Dopo l’incontro con la Coldiretti, l’esponente del centrodestra ha recepito una serie di importanti proposte da portare avanti

SPAZIO ELETTORALE – Convinto della centralità dell’agricoltura nell’economia nazionale, in particolare nel Centro Sud, ha incontrato la Coldiretti regionale e, accogliendone le istanze, ha fatto suo un pacchetto di proposte per la tutela e la valorizzazione dei prodotti ‘made in Italy’.

Mario Pietracupa, candidato del centrodestra alla Camera dei deputati sul collegio uninominale di Isernia, ha recepito alcuni interventi ‘chiave’ per dare il giusto impulso a un settore fondamentale per il Molise e trainante per l’Italia intera.

“Priorità all’etichettatura obbligatoria per tutti gli alimenti e i prodotti agroalimentari – ha sostenuto Pietracupacon azioni atte a scongiurare la concorrenza sleale, i falsi, le sofisticazioni e i tagli ai fondi Pac, ma anche volte alla promozione della cultura della sostenibilità e dell’innovazione, al consumo dei prodotti a chilometro zero e al sostegno della filiera italiana”.

In secondo luogo, “via libera all’istituzione del Ministero del cibo, accorpando alcune funzioni a oggi in capo ai Ministeri per le politiche agricole e per lo Sviluppo Economico, per dare maggiore forza e prestigio al settore agroalimentare, che rappresenta un’eccellenza indiscussa del nostro Paese”.

Non è finita. Il presidente della Fondazione Neuromed, premettendo di aver partecipato all’incontro “non per dispensare consigli, ma soprattutto per ascoltare”, ha inteso sposare l’esigenza di dare “impulso ad un processo di semplificazione della burocrazia per le imprese agricole, anche alla luce delle agevolazioni previste per il comparto nel 2018, come gli incentivi per le assunzioni, le detrazioni sull’affitto dei terreni agricoli e la rivalutazione del reddito dominicale e agrario. Quindi l’eliminazione del segreto sulle importazioni di prodotti alimentari e l’approvazione definitiva del disegno di legge sui reati alimentari, finalizzata a contrastare le frodi e le infiltrazioni malavitose nella filiera agroalimentare”.

Nell’occasione, l’esponente del centrodestra, riconoscendo ai propri interlocutori un ruolo fondamentale nella difesa del territorio, ha firmato un documento denominato ‘Stop cibo falso’ ed ha commentato: “La filiera più importante credo sia quella del benessere, della qualità del nostro cibo, dei prodotti che coltiviamo e produciamo, della prevenzione. Firmo questo documento non per un mero ‘passaggio elettorale’, ma perché fermamente convinto della necessità di tutelare in maniera efficace la qualità dei nostri cibi.  Dobbiamo però osare di più, – ha aggiunto – diventare un modello in questo settore per l’intero Paese. Possiamo diventare terra di sperimentazione, di avanguardia in settori cruciali come la zootecnica. Abbiamo le risorse, le professionalità, le persone preposte a tale scopo”.

Fondamentale, infine, anche il tema della gestione dell’acqua, per il quale Pietracupa ha avanzato una propria proposta. “Si tratta di una risorsa da difendere e uno strumento di compatibilità per la filiera agroalimentare e per uno sviluppo equo e solidale – ha sottolineato – Promuovere una vera e propria cultura della bonifica, creando consapevolezza tra le istituzioni, l’opinione pubblica e i cittadini, dev’essere un obiettivo prioritario del nuovo Parlamento, che dovrà conferire centralità ai consorzi nella gestione del territorio. Il tutto per un’impresa agricola che abbia sufficienti risorse per coltivare prodotti sicuri e di qualità, ai fini di una maggiore competitività sui mercati. Chiaramente il bene acqua non è illimitato, pertanto – ha concluso l’esponente del centrodestra – dovranno essere programmati interventi di monitoraggio e prevenzione in ordine agli eventi calamitosi”. 

redazione

CBlive

Articoli correlati

error: Contenuto protetto !!
Close