Assistenza domiciliare integrata per gli anziani fragili: stanziati 3 milioni di euro per il triennio 2015-2017

Michele Petraroia, vicepresidente della Giunta regionale del Molise
Michele Petraroia, vicepresidente della Giunta regionale del Molise

“Nella seduta del 30 gennaio 2015, la Giunta Regionale ha approvato il Progetto di presa in carico degli anziani fragili del Molise attraverso l’Assistenza Domiciliare Integrata che mira ad aiutare le famiglie e offrire ai pazienti l’opportunità di essere assistiti e curati nelle proprie abitazioni, senza essere costretti a ricoverarsi in strutture esterne di lungodegenza o di carattere socio-assistenziali”. A renderlo noto il vicepresidente della Regione, Michele Petraroia.

Con la Delibera di Giunta vengono stanziati 3 milioni di euro così suddivisi tra 7 Ambiti Territoriali di Zona (Agnone 148 mila, Bojano – Riccia 420 mila, Campobasso 792 mila, Isernia 428 mila, Larino 290 mila, Termoli 655 mila, Venafro 264 mila).

Ogni Piano Sociale di Zona in collaborazione con il proprio Distretto Sanitario attiverà le procedure per la presa in carico prevista nel Bando per l’Assistenza Tutelare di Base ricevendo un’anticipazione annuale delle spettanze pari al 60 per cento e con il saldo del 40 per cento a rendicontazione.

“Con questa misura l’assessorato regionale alle Politiche Sociali – ha affermato Petraroia –  intende sostenere gli anziani che hanno patologie gravi e difficoltà di carattere sanitario certificate dalle Unità di Valutazione Multidisciplinare, potenziando un servizio socio–assistenziale che andrà a integrarsi con le prestazioni sanitarie di competenza dell’Asrem. Uno dei settori di intervento – ha proseguito  – sarà l’Alzheimer dove questo provvedimento si accompagnerà al Progetto specifico che sarà adottato nella prossima seduta della Giunta Regionale che per il triennio 2015-2017 prevederà uno stanziamento pari a 1,3 milioni di euro. L’integrazione socio–sanitaria in favore degli anziani fragili e dei pazienti affetti da patologie neurodegenerative e dell’Alzheimer, potrà consolidare le migliori pratiche avviate sul territorio con un finanziamento complessivo di 4.350.000 euro e – ha poi concluso Petraroia – con un aiuto concreto alle famiglie e ai soggetti più deboli delle nostre comunità.

 

Articoli correlati

error: Contenuto protetto !!
Close