Dissesto idrogeologico, sbloccati dieci milioni di euro per 26 interventi”

L'assessore regionale Pierpaolo Nagni
L’assessore regionale Pierpaolo Nagni

Hanno raggiunto importanti risultati l’assessore regionale Pierpaolo Nagni e l’onorevole Danilo Leva, che hanno  incontrato a Roma il direttore della struttura di missione contro il dissesto idrogeologico e per lo sviluppo delle infrastrutture idriche,  Mauro Grassi.

“In merito ai fondi della delibera Cipe numero 8 – ha dichiarato con soddisfazione Nagni – abbiamo ottenuto l’ok per l’utilizzazione dei 10 milioni di euro in quota FSC 2007 – 20013. Questo significa – ha spiegato – che dei 27 interventi rimanenti, 26 saranno, ora, cantierabili. Detto questo, resta ancora un piccolo dubbio sul Comune di Venafro, per via della mancata presentazione del progetto , da parte dell’ente  che dovrà necessariamente affrettarsi a concludere l’iter entro il 31 dicembre 2014. Per quanto riguarda, poi, i 15 milioni di euro destinati alla messa in sicurezza del fiume Biferno – ha continuato – fondi che erano stati revocati a causa di un rallentamento del percorso di assegnazione delle risorse da parte del Cosib, abbiamo spiegato i nostri propositi per raggiungere, con una nuova tempistica, tutti gli step  necessari. Ebbene – ha concluso Nagni  – la Struttura di Missione si è riservata di analizzare la nostra dettagliata relazione e di valutare la proposta. Questa disponibilità ci fa ben sperare e ci induce a pensare, seppur con la dovuta cautela, che la revoca dei fondi potrebbe essere scongiurata ”.

Soddisfazione è stata espressa anche da Danilo Leva per la positività dell’atteggiamento dimostrato dalla Struttura di Missione. “Un’apertura che ha permesso di raggiungere obiettivi fondamentali  per tutto il nostro territorio – ha dichiarato Leva – che getta le basi anche per una proficua collaborazione futura”.

Articoli correlati

error: Contenuto protetto !!
Close