Il Guerriero Sannita insorge con il centrosinistra di cui fa parte: “Dal governo Iorio nulla è cambiato”

Giovanni Muccio
Giovanni Muccio

“Tutti ricorderanno le lotte politiche del Movimento Regionale del Guerriero Sannita nei confronti dell’ex governo regionale di Michele Iorio nei vati settori. Una di queste riguardava le consulenze e i collaboratori che venivano nominati in Regione”. Si esprime così Giovanni Muccio presidente del Movimento che in una nota ha inteso denunciare come “con il centrosinistra alla guida del Molise nulla è cambiato”.

“Il tanto auspicato rinnovamento – scrive Muccio – non si è avverato, si continua imperterriti a nominare consulenti e collaboratori come se l’esperienza del passato non fosse mai esistita. Mi dispiace constatare che la coalizione di Centrosinistra di cui il Movimento è parte integrante, nulla abbia fatto per invertire la rotta. Sono – prosegue – circa un centinaio, dal 2013 al 2014, le persone che hanno avuto un contratto di consulente o collaboratore, con un impegno di spesa di circa 1 milione e 400 mila euro. Di questi, una sessantina ha avuto il contratto nel mese di agosto e settembre 2014, periodo vacanziero, e molti per soli tre mesi e mezzo. I contratti scadranno a giorni e tutti, credo, sono speranzosi di rinnovo. Il Movimento Regionale del Guerriero Sannita – continua Muccio – nulla ha da dire nei confronti di questi consulenti e collaboratori, ma tanto nei confronti di questa politica. A tal riguardo voglio riportare le parole che degli amici di Centrosinistra, in particolare di Pd ed ex Idv, rivolgevano al Governo Iorio, quando parlavano “di un vizietto al ricorso delle consulenze esterne piuttosto diffuso e auspicando la rivoluzione culturale”.

“Il Guerriero Sannita però – insorge in conclusione Muccio – questa rivoluzione culturale tanto auspicata non la trova e ancora una volta i piccoli partiti della coalizione, vengono tenuti all’oscuro”.

Articoli correlati

error: Contenuto protetto !!
Close