Juniores nazionale, il Campobasso esce dal ‘Miramare’ di Manfredonia tra gli applausi e con un punto

La juniores nazionale del Campobasso che ha sfidato il Manfredonia (foto profilo facebook società)
La juniores nazionale del Campobasso che ha sfidato il Manfredonia (foto profilo facebook società)

MANFREDONIA – CAMPOBASSO 0-0

MANFREDONIA: Palma, Quittadamo, De Fabritis, Romito, Coccia, Castigliego, Rinaldi, Castriotta (8′ pt Scarano), Valentino, Ciullo, Gentile.A disp. Falcone, De Martinis, Rinaldi, Simone, Colucci, Ciuffreda, Prota, De Palma.

CAMPOBASSO: Nunziata, Corbo, Oddi, Tucci, Minichetti, Progna, Carmosino (17′ st Schipani), De Gregorio, Perrella, Lapenna (44′ st Antoniani), Guglielmi (17′ st Di Lullo). A disp.: Pescolla, Guerini, Schipani, Tamilia, Di Lullo, Antenucci, Antoniani. All. Carmine Rienzo.

Arbitro: Alessandro Caricati (Barletta).

Assistenti: Antonio Strippoli e Francesco Daddato sez. Barletta.

Ammoniti: De Gregorio, Progna, Corbo (Cb); Coccia (Man).

Espulsi: 38′ Perrella (Cb) e Valentino (Man) per reciproca scorrettezza, massaggiatore Olivieri.

La juniores nazionale del Campobasso esce dallo stadio ‘Miramare’ di Manfredonia tra gli applausi e con un pareggio a occhiali, che se da un lato consente alla truppa di mister Rienzo di restare imbattuta, con cinque punti in tre incontri; dall’altro, è un risultato che sta stretto ai lupetti rossoblù, sia per possesso palla, ma anche per le occasioni da rete create nell’arco dei novanta minuti, anche dopo l’espulsione di Perrella.

“È stata un’altra prova positiva – ha affermato il responsabile del settore giovanile, Angelo Santorodi questi nostri ragazzi. Abbiamo disputato un’ottima partita e non siamo riusciti a sfruttare al meglio almeno tre nitide occasioni da rete. Recriminiamo per un calcio di rigore non concesso alla nostra squadra, che sembrava sacrosanto. Questi ragazzi stanno insieme da quaranta giorni, ma giocano a memoria e il merito va all’allenatore Carmine Rienzo. Il risultato, però, ci va stretto, ma lo accettiamo e non possiamo che ritenerci soddisfatti di questo inizio, anche considerando che giochiamo con una rosa giovanissima. Ora seguiremo con interesse e con passione la sfida di domani, domenica 5 ottobre, della prima squadra e da lunedì inizieremo a pensare al prossimo incontro di sabato prossimo contro il Chieti”.

Sempre nel girone H del campionato nazionale juniores, l’Agnonese ha perso 8-1 a Giulianova, chiudendo la gara in nove uomini.

Articoli correlati

error: Contenuto protetto !!
Close