L’analisi del mercato azionario a cura di Pasquale Ferraro

lente ingrandimentoUBI BANCA: ancora sotto pressione.

 Situazione di precarietà per il titolo bancario che ha perso ulteriore terreno dall’inizio del mese. Le prospettive per Ubi Banca risultano ora incerte e in caso di discese al di sotto di 5,40 euro si profilerebbe all’orizzonte l’ipotesi di ritorno vicino ai minimi dell’anno. Il supporto strategico situato a quota 5.40 euro dovrà dare prova di grande solidità per scongiurare ulteriori affondi. Sotto tale livello infatti probabile un ritorno in area 5,14 e successivamente a 5.08 euro. Per interrompere questa debacle è necessaria una prova di forza da parte delle quotazioni che dovranno superare gli ostacoli presenti a 5.80 e 6.20 euro.

Nonostante l’indice Ftse Mib abbia guadagnato in un mese circa il 6% (dal 16 ottobre al 20 novembre), Ubi Bca invece ha azzerato tutti i guadagni (il titolo aveva chiuso la seduta del 16 Ott. a quota 5.58 euro). Infatti il prezzo minimo fatto registrare nella seduta odierna è stato 5.58 euro. Gli ordini sono stati 4894 e sono passate di mano oltre 54 mln di azioni.

Articoli correlati

error: Contenuto protetto !!
Close